• Lavrov invita Netanyahu a mantenere calma su Iran e Siria

- Netanyahu ha dichiarato che il governo siriano del Presidente Bashari Assad non agisce da solo. Secondo il sionista, l’Iran e l'Hezbollah, svolgono un ruolo attivo per aiutare la Siria nella guerra ai gruppi armati antigovernativi.

Durante il suo discorso, Netanyahu non ha mai accennato alla campagna aerea della Russia in Siria. Infatti, se la Russia non fosse intervenuta, la Siria sarebbe quasi certamente diventata come l’Iraq o l’Afghanistan o la Libia.

Mosca ha inoltre presentato prove convincenti e definitive per mostrare che l'esercito siriano non ha avuto nulla a che fare con l’uso di armi chimiche. Queste sono le parole di Netanyahu: "Ciò che sta succedendo in Siria dimostra semplicemente cosa accadrà se l’Iran otterrà armi ancora più mortali. Il nostro dito è responsabile, ma, se necessario, è poggiato sul grilletto. Sappiamo sempre come proteggere i nostri cittadini e il nostro paese contro coloro che vengono a danneggiarci o tentano di attaccarci.”

Sergei Lavrov, ministro degli Esteri russo, ha subito replicato: “Non abbiamo informazioni su attacchi in preparazione contro Israele”, ha detto. “Se Iran e Siria cooperano in un qualunque campo, senza violare le fondamenta del diritto internazionale, allora nessuno dovrebbe mettere in discussione la loro cooperazione.”

Sep 13, 2017 08:09 Europe/Rome
Commenti