• Shamkhani: la recente rivolta risultato di una guerra per procura straniera contro l'Iran

TEHERAN- Ali Shamkhani, il segretario del Consiglio supremo per la sicurezza nazionale (SNSC) dell'Iran ha affermato che alcuni paesi stanno conducendo una "guerra per procura" contro la Repubblica islamica attraverso i social media e Internet.

Shamkhani ieri parlando ai giornalisti ha affermato che gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e l'Arabia Saudita sono dietro alle recenti rivolte in Iran, precisando che gli hashtag e le campagne sui social media che stanno affrontando la situazione in Iran sono tutti guidati da questi paesi.

"Sulla base delle nostre analisi, circa il 27% dei nuovi hashtag contro l'Iran sono generati dal governo saudita", ha aggiunto Shamkhani aggiungendo che questo piano straniero contro il nostro Paese ha lo scopo di ostacolare i progressi dell'Iran in diversi ambiti.

"Quello che sta accadendo in Iran sarà finito tra qualche giorno, e non c'è alcun motivo di preoccuparsi", ha osservato il funzionario iraniano.

 

Jan 02, 2018 07:18 Europe/Rome
Commenti