• Iran: Gen. Salami, nostro sistema di Difesa tra i migliori al mondo

Iran – Il vicecomandante del Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica iraniana (Irgc), Hossein Salami ha dichiarato che il trionfo della Rivoluzione Islamica è stata un’umiliante sconfitta per i suoi nemici,

aggiungendo che il sistema di Difesa iraniano è tra i migliori al mondo ed è stato sviluppato a livello nazionale.

Parlando nella città occidentale di Urmia, durante una cerimonia per commemorare il 39° anniversario della Rivoluzione Islamica in Iran, il generale di brigata Salami ha dichiarato che “dal trionfo della Rivoluzione Islamica del 1979, l’Iran e il mondo islamico sono cambiati”.

Il vicecomandante dell’Irgc ha affermato che la storia della Rivoluzione Islamica in Iran è stata accompagnata da pressioni e sanzioni internazionali contro la Repubblica Islamica e che la nazione sta affrontando alcune difficoltà, ma ora si è fermata e decide autonomamente. “Oggi possiamo competere con i Paesi del mondo nel campo della scienza e della tecnologia”, ha dichiarato il generale di brigata Salami, aggiungendo che “nonostante il nostro sistema di Difesa sia stato sviluppato internamente senza l’aiuto di nessun altro Paese, è tra i migliori il mondo”.

Dato che il 98 percento dei sistemi sono prodotti all’interno del Paese e sono costruiti sulla base di tecnologie indigene, il vicecomandante dell’Irgc ha dichiarato che “i nemici stanno cercando di mettere fine ai risultati della Rivoluzione Islamica dell’Iran attraverso un guerra psicologica”.

 

Negli ultimi anni i tecnici militari iraniani hanno fatto grandi progressi nella produzione di un’ampia gamma di attrezzature nazionali, rendendo le forze armate autosufficienti nella sfera delle armi. Teheran ha sempre assicurato alle altre nazioni che la sua potenza militare non rappresenta una minaccia per i Paesi regionali, affermando che la dottrina della Difesa della Repubblica islamica è interamente basata sulla deterrenza. Lo riferisce Il Faro Sul Mondo.

 

Feb 13, 2018 06:57 Europe/Rome
Commenti