• Imam Khamenei: “I palestinesi decideranno il destino della Palestina”

TEHERAN- Il Leader della Rivoluzione islamica dell’Iran, l’Imam Sayyed Ali Khamenei, ha dichiarato che il destino della Palestina deve essere determinato dai palestinesi,

compresi musulmani, ebrei e cristiani, che originariamente vivevano nella terra storica della Palestina.

Khamenei“Oggi la democrazia è un metodo moderno, accettato dal mondo intero. Abbiamo detto che per determinare il destino del Paese storico della Palestina, devono fare riferimento al popolo della Palestina e questa proposta è stata registrata alle Nazioni Unite come l’opinione della Repubblica Islamica“, ha dichiarato l’imam Khamenei durante un incontro avvenuto ieri a Teheran con un gruppo di professori universitari e accademici.

Relativamente, l’Imam ha sottolineato che un sondaggio deve essere condotto tra i palestinesi, che vivono lì da 100 anni o 80 anni fa, compresi musulmani, ebrei e cristiani, e se vivono all’interno o all’esterno dei territori occupati. “Allora tutto ciò che hanno detto e votato deve essere fatto. È una cattiva idea? I Paesi europei non sono pronti a capirlo?”, domanda Khamenei.

Nel corso del suo intervento, riferendosi ad un recente tour europeo del primo ministro sionista Benjamin Netanyahu in cui ha attaccato la posizione e l’influenza dell’Iran nella regione, l’Imam ha dichiarato: “Allora quell’oppressore e malvagio assassino di bambini va negli altri Paesi e interpreta il ruolo della vittima. Anche il pubblico europeo lo ascolta, scuote la testa e non dice che siete voi israeliani che stanno commettendo questi crimini a Gaza e al-Quds. Al momento, siamo un Paese al mondo che ha il maggior numero di nemici tra governi arroganti e poteri senza valore, ma ha anche il più alto numero di sostenitori tra le masse in molti Paesi”. Lo ha riferito Il Faro Sul Mondo.

L’Imam ha poi osservato che il prestigio che la Repubblica Islamica ha in molti Paesi, compresi i vicini, non è eguagliato da nessun altro Paese e nessun altra nazione è tanto prestigiosa e ha tanti sostenitori quanto la Repubblica Islamica. “Ecco perché la Repubblica Islamica ha anche nemici malvagi e determinati”, ha sottolineato il leader iraniano.

 

Jun 12, 2018 08:06 Europe/Rome
Commenti