• Iran-Iraq escludono dollaro nel commercio bilaterale

- Le autorità irachene hanno deciso di rimuovere in via ufficiale il dollaro Usa come moneta di riferimento nei commerci bilaterali con l’Iran.

Al contempo, agli uomini di affari e ai visitatori diretti nella Repubblica islamica sarà imposto un limite legale di euro - utilizzati in sostituzione della valuta statunitense - che potranno portare con sé.  

I media iraniani hanno rilanciato in queste ore una nota diffusa dalle Autorità doganali irachene, secondo cui i passeggeri potranno detenere un massimo di 10mila euro o il valore corrispondente di un’altra valuta straniera. Rispetto al passato, in cui era stato stabilito un limite massimo, viene oggi proibita l’introduzione della moneta verde in Iran. 

Oltre al passaggio dal dollaro statunitense a valute alternative, i commercianti iraniani e irakeni si sono impegnati a rafforzare le operazioni di scambio. Tuttavia, il sistema bancario necessita di ulteriori miglioramenti, perché solo una piccola fetta della bilancia commerciale fra le due nazioni passa attraverso il sistema bancario. “Risolvere questo problema - afferma il capo della Camera di commercio Iran-Iraq - deve costituire una priorità”. 

L’Iraq è il secondo partner commerciale dell’Iran, dopo Pechino. Le esportazioni cinesi riguardano però in larga maggioranza prodotti petrolchimici, mentre Baghdad acquista una grande varietà di beni dall’Iran, contribuendo a sostenerne il tasso di occupazione.

Sep 12, 2018 14:31 Europe/Rome
Commenti