• Rohani a Trump:

Nel corso della 73a Assemblea generale dell'ONU dedicata a Nelson Mandela, il Presidente iraniano ha ricordato il leader sudafricano come uno degli " amici più stretti e fedeli" dell'Iran e quanto è stato impegnato per costruire ponti e non muri.

Inoltre, il presidente iraniano ha sottolineato che i grandi leader come Mandela tendono a "costruire ponti anziché muri", in un'apparente critica al suo omologo statunitense, Donald Trump. "Mentre il razzismo, la discriminazione razziale e la xenofobia rendono più facile costruire muri e non ponti tra i paesi, il dialogo, la tolleranza e la coesistenza pacifica sono i pilastri dei ponti contro la divisione", ha sottolineato Rohani. Secondo il presidente persiano, Mandela era uno dei più grandi uomini della storia contemporanea, considerando la creazione di pace e amicizia un'assoluta necessità, non una semplice convenienza. In questo contesto, Rohani ha ricordato le iniziative adottate dalla Repubblica islamica negli ultimi decenni, come il Dialogo tra civiltà e mondo contro la violenza e l'estremismo, in linea con il rafforzamento del multilateralismo, lo sviluppo della pace e cooperazione internazionale "Il rimedio contro il razzismo, la xenofobia, la violenza e l'odio deve essere cercato nel dialogo, nella tolleranza e nella democrazia. Questo è lo stesso percorso che Mandela ha mostrato coraggiosamente ad altri governanti ", ha concluso il presidente iraniano.

Sep 25, 2018 16:08 Europe/Rome
Commenti