• Iran, banche e sanzioni Usa

- La Repubblica islamica dell’Iran sta procedendo a grandi passi verso l’adozione di una criptovaluta nazionale per la Banca centrale (CBDC) per rafforzare il suo commercio interno ed esterno.

Infatti, come annunciato dal portale di notizie iraniano Ibena, Seyyed Aboutaleb Najafi, il CEO di Informatics Services Corporation (ISC), ha dichiarato che il progetto di una criptovaluta nazionale è già in “fase pilota”, ma ancora in attesa dell’approvazione della Banca Centrale stessa.

Una volta giunta l’approvazione passerà allo stadio successivo di attuazione su tutto il sistema bancario nazionale. Najafi ha dichiarato: “Per realizzare ristrutturazioni e creare nuove infrastrutture nel nostro sistema bancario, i processi di back-end delle banche, che sono ancora svolti con carta in modo tradizionale, dovrebbero essere modificati ed evoluti”.

Ha anche aggiunto che l’obiettivo dello sviluppo della nuova infrastruttura è la valutazione delle capacità di blockchain e delle criptovalute di consentire lo sviluppo di servizi finanziari e di pagamento per il sistema bancario iraniano, a livello interbancario e commerciale.

 

Nov 12, 2018 16:12 Europe/Rome
Commenti