• Iran-Iraq: piano per creare una zona di libero scambio

- Il presidente iraniano Hassan Rouhani: l’obiettivo è aumentare il commercio tra l'Iran e l'Iraq a 20 miliardi di dollari.

Il presidente iraniano Hassan Rouhani ha riferito ai giornalisti che lui e il suo omologo iracheno Barham Salih hanno accettato di creare una zona di libero scambio. All'inizio della giornata, Rouhani e Salih hanno tenuto una riunione nella capitale iraniana di Teheran, durante la quale hanno discusso di cooperazione bilaterale e sviluppo regionale.

"Abbiamo deciso di creare una zona di libero scambio tra i due paesi, che ci permetterà di lanciare joint venture", ha detto Rouhani in una conferenza stampa tenuta dopo la riunione, come trasmesso da Press TV. Rouhani ha aggiunto che mentre il commercio Iraniano-Iracheno ammonta attualmente a circa 12 miliardi di dollari, potrebbe essere aumentato a 20 miliardi di dollari in un prossimo futuro se entrambe le parti fanno uno sforzo.

A maggio, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato il ritiro degli Stati Uniti dall'accordo nucleare iraniano, che ha innescato la imposizione di sanzioni contro l'Iran. Da allora sono state reintrodotte due cicli di sanzioni, con le restrizioni su larga scala che riguardano le esportazioni di petrolio, dal 5 novembre. A otto paesi importatori di petrolio sono state concesse deroghe formali, mentre all'Iraq è stata concessa una deroga di 45 giorni per il gas naturale e per l'elettricità l'11 novembre. Secondo Brian Hook, rappresentante speciale per l'Iran presso il Dipartimento di Stato americano, il governo iracheno sta cooperando con gli Stati Uniti per aumentare la produzione di petrolio iracheno e ridurre l'influenza iraniana.     

Nov 18, 2018 06:33 Europe/Rome
Commenti