Feb 15, 2019 19:23 Europe/Rome

Uno dei nostri lettori ci ha inviato uno dei tanti servizi di questi giorni del TG5 che hanno come argomento l’Iran. Abbiamo deciso di fare un semplice fact-checking e mostrarvi quante sono le bugie che purtroppo questo media, che in Italia ha anche un gran seguito, comunica ai suoi telespettatori nel giro di un solo servizio.

Indicazione tecnica. Guardate poco alla volta il video e riscontrate in esso le questioni che elenchiamo.

1) Nel terzo secondo del video, la speaker parla “dell’odio dell’Iran contro l’Occidente”. Nel luglio del 2015 l’Iran ha firmato un accordo nucleare con le Francia, Germania, Regno Unito, Usa, Russia e Cina; nel periodo Obama le relazioni con gli Usa si erano normalizzate. L’Iran prima del 5 Novembre 2018, era uno dei principali partner dell’Ue. Il governo iraniano, ha cercato in tutti i modi la pace e la normalizzazione delle relazioni con l’Occidente; questo è riconosciuto oggi dall’Ue che non sposa la linea dura di Trump sull’Iran. Questo a livello governativo. Per quanto riguarda il popolo, gli italiani che hanno visitato l’Iran possono testimoniare la grande accoglienza nei confronti degli occidentali. Noi nella nostra sezione “Turisti italiani in Iran”, ne abbiamo sentiti 79 negli ultimi mesi e tutti parlavano della grande accoglienza del popolo iraniano. Risultato: la prima constatazione della speaker attesta il falso.

2) Carlo Rossella, l’esperto consultato, nel 16esimo secondo del video sostiene che nulla sia cambiato dall’arrivo di Khomeini in Iran, nel giro di 40 anni, nelle parole del governo. Si tratta di una semplificazione chiaramente inesatta; senza andare a scomodare Khomeini e gli anni ’80, la politica estera dell’Iran nel periodo Ahmadinejad (2005-2013), è nettamente diversa da quella del presidente Rohani, in carica dal 2013.

Risultato: l’esperto dichiara una falsità.

3) Sul secondo 22, l’esperto dichiara che il governo iraniano continua a volere la distruzione del popolo americano. L’Iran ha relazioni anche molto intense con la società civile, i pensatori, gli accademici e gli artisti americani e nelle dichiarazioni delle autorità iraniane, viene più volte ricordato che gli slogan scanditi nel corso della manifestazioni rivoluzionarie, “Morte all’America” e “Morte a Israele”, sono rivolti ai governi di questi paesi e non alla popolazione.

Risultato: l’esperto dichiara una falsità.

4) Sul secondo 33, l’esperto sostiene che l’odio sia una delle componenti fondamentali del sistema iraniano. Invece nel discorso dell’11 Febbraio scorso in occasione delle celebrazioni del 40esimo anniversario della rivoluzione, discorso super censurato in Occidente, il presidente iraniano Rohani ha in realtà detto che il messaggio della rivoluzione iraniana è di pace e di amore nei confronti di tutti i popoli e tutti i paesi.

Risultato: l’esperto dichiara una falsità.

5) Sul secondo 35 l’esperto parla di odio contro l’Occidente. L’argomentazione è la stessa del punto 1.

Risultato: l’esperto dichiara una falsità.

6) Sul secondo 36 l’esperto dice “quindi anche un odio contro di noi”. Alle spiegazioni del punto 1 dobbiamo aggiungere che l’Iran ha sempre avuto ottime relazioni con l’Italia; l’Italia, negli ultimi anni, è sempre stato il primo o secondo partner commerciale dell’Iran nell’Ue. Per quanto riguarda la popolazione, le relazioni culturale tra le due nazioni sono ottime e in Iran, lo può approvare chi ci è stato (consultare la rubrica Turisti italiani in Iran di cui si trova il link nel punto 1), la popolazione ama l’Italia per la cultura, l’arte e la storia. Il governo iraniano ha sempre visto l’Italia un paese amico.

Risultato: l’esperto dichiara una falsità.

7) A 01:10, l’esperto incoraggia ad osservare l’embargo contro l’Iran. Non spiega che questo embargo vieta la vendita all’Iran di generi come medicinali, cibo, attrezzature mediche e pezzi di ricambio per aerei civili. In altre parole, non spiega che sono uno strumento per uccidere la popolazione iraniana e non spiega nemmeno che l’Ue ha creato un sistema che si chiama INSTEX, per aggirare ufficialmente le disumane sanzioni americane.

Risultato: l’esperto incoraggia a compiere una pratica crudele e disumana, un crimine contro l’umanità.

8) A 01:25, l’esperto sostiene che l’Iran abbia aiutato e finanziato da sempre il terrorismo in Medioriente. Le più grande testate giornalistiche mondiali, a cominciare dai quotidiani americani come il Washington Post, il New York Times, l’inglese Guardian, il tedesco Spiegel e cosi via…, negli ultimi anni hanno ammesso che l’Isis è stato debellato dalla Siria e dall’Iraq grazie all’intervento militare dei Pasdaran iraniani. Quindi l’Iran lotta contro il terrorismo ma non lo finanzia.

Risultato: l’esperto dichiara una falsità.

9) A 01:33 l’esperto invita l’Occidente a usare “la mano dura contro l’Iran”. Visto che le sanzioni ci sono già, il rispettabile esperto a cosa si potrebbe riferire? Anche voi pensate che inviti alla guerra?

Risultato: l’esperto incoraggia a compiere un qualcosa di molto molto pericoloso.

Conclusione finale

Nel giro di 1 minuto e 40 secondi circa, il Tg5 ha comunicato ai suoi telespettatori 7 informazioni nettamente false, aggiungendo ad esse 2 constatazioni decisamente pericolose e belligeranti.

Ciò mentre negli ultimi anni il governo iraniano ha fatto di tutto per stabilire la pace.

La domanda è questa: perchè tutto questo odio contro l’Iran? Non faremmo prima a risolvere i problemi con l’amore ed il dialogo?

 

Tag

Commenti