Maggio 15, 2019 05:43 Europe/Rome

WASHINGTON-Israele ha spinto il governo degli Stati Uniti a schierare forze militari nel Golfo Persico. In tal modo, Israele ha esposto le forze statunitensi a pericoli molto gravi.

Così Scott Ritter, ex ufficiale dell'intelligence della Marina USA e ispettore per il disarmo dell'ONU in Iraq dal 1991 al 1998.

Ritter ha riconosciuto nel suo articolo su The American Conservative che i missili iraniani sono abbastanza potenti da rappresentare una "seria minaccia" per le basi statunitensi nella regione del Golfo Persico e oltre.

 Nel suo articolo, l'ex ufficiale dell'intelligence della Marina degli Usa torna sulla decisione del governo degli Stati Uniti di schierare un gruppo di portaerei nel Golfo Persico, una decisione che il Dipartimento di Stato afferma di aver preso  in risposta alle presunte "minacce iraniane". Ma che, in realtà, deve soddisfare Israele.

"La realtà è che lo schieramento delle forze militari statunitensi è solo un grande spettacolo. È un'esibizione di forza che risponde alla politica dettata dai servizi segreti israeliani e trasmessa a Bolton in una riunione del 16 aprile 2019 alla Casa Bianca, dove, secondo Bolton, hanno discusso "l'attività iraniana e altri attori destabilizzanti in Medio Oriente e nel mondo ", sulla base delle informazioni fornite dal Mossad che evocano" scenari "che l'Iran "potrebbe" pianificare.

 L'ex ufficiale aggiunge: "la capacità del  missile balistico a corto raggio dell'Iran... è uno dei componenti di un più ampio arsenale balistico che potrebbe, in qualsiasi momento, spazzare via le basi statunitensi nella regione. In questo contesto, l'invio del Gruppo tattico di battaglia di Abraham Lincoln con una Task Force B-52 in Medio Oriente non è altro che scena e non può cambiare nulla. L'esperienza americana della Guerra del Golfo  e quella dell'Arabia Saudita nello Yemen ha dovuto convincerci che è praticamente impossibile colpire bersagli mobili come l'arsenale di missili iraniani con attacchi aerei. I nostri F-35 non saranno in grado di spazzare via il potere balistico iraniano."

 

Fonte:lantidiplomatico.it

 

 

Commenti