• Il martire Mahdi (Edoardo) Agnelli, una morte avvolta nel mistero

ROMA (Pars Today Italian) - Si ricorda oggi 15 novembre l'anniversario del martirio di Edoardo Agnelli l’erede designato alla successione del comando della Fiat.

Edoardo era uno dei due figli di Gianni Agnelli, comproprietario e massimo dirigente della FIAT. Compiva gli studi superiori al Liceo D'Azeglio di Torino, per poi frequentare l'Atlantic College nel Regno Unito e l'Università di Princeton negli Stati Uniti, dove conseguì una laurea in filosofia e storia delle religioni.

Il martire Agnelli dopo anni di studio ed approfondimento nel 1981 abbracciò la fede islamica sciita scegliendo il nome Mahdi.

Nello stesso anno si reco' in Iran per incontrare il fondatore della Repubblica islamica, Imam Khomeini, l'attuale Guida suprema l'ayatollah Khamenei e fare il pellegrinaggio al mausoleo dell'ottavo Imam degli sciiti a Mashad.

Nelle rare interviste concesse alla stampa affermava di voler prendere le distanze dagli schemi del capitalismo selvaggio.

La mattina del 15 novembre 2000 il suo corpo senza vita venne trovato ai piedi di un viadotto autostradale della Torino-Savona, nei pressi di Fossano. La sua auto, con il motore ancora acceso, era parcheggiata a lato della carreggiata del viadotto. Venne ipotizzato un presunto suicidio, ma molti aspetti della vicenda confermano il suo assassinio. Le indagini sulla sua morte furono archiviate in modo frettoloso e, inspiegabilmente, si provvide alla tumulazione senza eseguire l’autopsia. La sua morte rimase per sempre avvolta nel mistero. E’ sepolto a Villa Perosa, in provincia di Torino, presso la tomba di famiglia.

 

 

Tag

Nov 15, 2018 05:15 Europe/Rome
Commenti