• I palestinesi rispondono a Trump: non siamo in vendita

RAMALLAH (Pars Today Italian) – "Non siamo in vendita": così l'ufficio del presidente dell'Autorità Nazionale Palestinese Mahmoud Abbas (ANP) risponde alla Casa Bianca.

Al centro delle polemiche per il riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele, il presidente Donald Trump ha lanciato un tweet incendiario minacciando di tagliare gli aiuti americani all'ANP se i palestinesi rifiutano di sedersi al tavolo della pace. Si tratta di fondi di oltre un milione di dollari l'anno ma non sono essenziali secondo Ahmad Majdalani, membro del comitato esecutivo dell'OLP. "Gli aiuti statunitensi non sono la parte più grossa degli aiuti internazionali, e quindi è possibile che il bilancio palestinese si adatti, è possibile anche ridurre le spese per compensare i tagli" dice Majdalani. "La via della pace, aggiunge, passa per la ricerca di uno sponsor internazionale nel quadro di una conferenza internazionale a cui partecipino tutte le parti in causa".

Tag

Jan 03, 2018 18:37 Europe/Rome
Commenti