• Siria, Israle ammette aggressione contro sito Deir ez-Zor nel 2007

- Israele ha ammesso per la prima volta oggi di essere responsabile di un'aggressione aerea nel 2007 contro un sito siriano dove sospettava ci fosse un reattore nucleare.

Che l'attacco fosse partito dall'entita' sionista, in realtà, era ritenuto assodato dagli analisti. "Oggi - afferma un comunicato delle forze armate di Tel Aviv - possiamo pubblicare che Israele ha ammesso oggi per laprima volta di aver distrutto un reattore siriano. Finora, per volere della censura militare, i media israeliani descrivevano quell'episodio sulla base di "fonti straniere".

 

"Fra il 5 e il 6 settembre 2007" -  si legge ancora nella nota - "la nostra aviazione colpì e distrusse un reattore nucleare in fase avanzata di costruzione a Deir ez-Zor", 450 chilometri a nord di Damasco. Il governo siriano ha sempre negato che stesse costruendo un reattore.

L'ammissione è venuta dopo la diffusione di nuovi materiali relativi all'attacco; le immagini dell'attacco, il video di un discorso del capo di stato maggiore militare Gadi Eisenkot sull'operazione e foto di comunicati dell'intelligence dell'esercito sul sito. Un portavoce militare israeliano non ha voluto rispondere alle domande relative all'ammissione alla diffusione dei documenti, che potrebbe essere stata un avvertimento contro l'Iran.

Difendendo l'attacco, Israele ha anche notato che il gruppo takfirista del Daesh ha in seguito preso il controllo di Deir Ezzor,  in Siria orientale.

Mar 21, 2018 08:38 Europe/Rome
Commenti