• Gaza: Nasrallah mette in guardia per la politica di Trump sulla Palestina,

BEIRUT- Il segretario generale del movimento di resistenza libanese Hezbollah ha dichiarato che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump è pronto per annunciare ufficialmente il suo tanto lodato "accordo del secolo" entro le prossime settimane.

Rivolgendosi ai suoi sostenitori tramite un discorso televisivo trasmesso ieri sera in diretta dalla capitale libanese Beiru, Sayyed Hassan Nasrallah ha ribadito che "l'accordo del secolo" è iniziato da quando Trump ha annunciato la sua decisione il 6 dicembre scorso di riconoscere Gerusalemme al-Quds come La capitale di Israele trasferendo l'ambasciata degli Stati Uniti in Israele da Tel Aviv alla città occupata.

Nasrallah ha poi aggiunto che il diritto al ritorno palestinese, che è una pietra angolare della causa palestinese, sarà abolito con "l'accordo" e un futuro stato palestinese potrebbe essere stabilito solo all'interno della Striscia di Gaza.

Il capo di Hezbollah ha osservato che alcuni stati arabi stanno inventando pretesti religiosi per legittimare l'occupazione israeliana dei territori palestinesi, sottolineando che il regime di Riyadh sostiene che i territori occupati appartengono a Israele.

"La causa palestinese appartiene alle nazioni regionali, che non lo tradiranno mai. L'Autorità palestinese non deve firmare questo cosiddetto accordo del secolo con qualsiasi mezzo ", ha sottolineato Nasrallah che ha poi invitato i movimenti di resistenza nella regione del Medio Oriente a non cedere alle pressioni USA e israeliane, descrivendo Trump, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman come i pilastri del nuovo accordo per la Palestina.

Nasrallah ha inoltre sottolineato che gli americani non manterranno mai le loro promesse e non sono degni di fiducia in alcun tipo di accordo, indicando il recente ritiro di Washington dall'accordo nucleare del 2015 con l'Iran.

 

Maggio 15, 2018 07:42 Europe/Rome
Commenti