• Abdul-Malik al-Houthi: “Arabia Saudita cerca di soffocare l’economia di Yemen”

SAN'A- Il leader del movimento Houthi Ansarullah dello Yemen ha detto che all’Arabia Saudita e i suoi alleati regionali,

i quali sono coinvolti in una atroce campagna militare contro il popolo yemenita uccidendo decine di migliaia di civili innocenti e riducendo le infrastrutture gia’ deboli del paese in rovina , stanno cercando di soffocare la nazione yemenita attraverso la pressione economica.

Abdul-Malik al-Houthi, il capo del Movimento della resistenza yemenita, rivolgendosi ai suoi sostenitori durante un discorso televisivo trasmesso in diretta da Sana’a, la capitale yemenita, ha dichiarato che l’amministrazione americana sta seguendo i propri interessi economici e politici dall’aggressione guidata dallo saudita contro il popolo dello Yemen:” Gli americani hanno guadagnati miliardi di dollari. L’economia dello Yemen ha subito un fortissimo attacco dal regime di Riyadh e i suoi alleati regionali che hanno colpito le zone ricche di petrolio all’interno del paese arabo, afflitto dalla guerra”. Ha detto Abdul- Malik.

“La nazione yemenita sta attraversando una situazione economica difficile: i nemici stanno cercando di congelare i beni esteri yemeniti, vogliono lo Yemen come uno stato suddito”, ha sottolineato Houthi.

Passando ai colloqui di pace mediati dalle Nazioni Unite a Ginevra, Houthi ha sottolineato che i rappresentanti del movimento Al- Houthi hanno bisogno di garanzie per la sicurezza durante i negoziati.

“Gli aggressori non possono fungere da garanti della sicurezza dei nostri delegati, ma il fatto è che gli Stati Uniti non sono contenti dei colloqui di pace poiché hanno beneficiato molto dell’aggressione a guida saudita in Yemen”, ha commentato il leader di Ansarullah.

L’Arabia Saudita e alcuni dei suoi alleati regionali hanno lanciato una devastante campagna militare contro lo Yemen nel marzo 2015, con l’obiettivo di riportare il governo di Hadi al potere e schiacciare il movimento Houthi Ansarulla.

Circa 15.000 yemeniti sono stati uccisi e migliaia sono rimasti feriti dall’inizione dell’agressione saudita. Lo riporta Per Giustizia.

Dal 2015 ad oggi altri 2.200 civili sono morti a causa di colera e la crisi ha innescato quello che le Nazioni Unite hanno descritto come il peggior disastro umanitario del mondo.

 

Tag

Sep 11, 2018 07:21 Europe/Rome
Commenti