Feb 18, 2019 04:39 Europe/Rome
  • ONU:Israele continua ad uccidere i bambini palestinesi

GERUSALEMME-Due bambini palestinesi sono stati uccisi dai militari del regime sionista durante le proteste della “Grande Marcia del Ritorno” nella Striscia di Gaza assediata mentre non costituivano alcun pericolo per i soldati, come ha riferito l’Ufficio delle Nazioni Unite per il Coordinamento degli Affari Umanitari (OCHA).

I due ragazzi (di 14 e 17 anni) sono stati colpiti da proiettili ed uccisi venerdì 8 febbraio in due diversi episodi avvenuti in prossimità della recinzione di confine.

Secondo le associazioni per i diritti umani, entrambi gli incidenti sono avvenuti tra i 60 ed i 250 metri dalla rete di recinzione ed i due bambini non costituivano una minaccia per le forze israeliane. Nello stesso giorno, secondo fonti israeliane, alcuni Palestinesi hanno lanciato ordigni esplosivi contro i militari israeliani ed hanno tentato di danneggiare la recinzione di confine con Israele, ma non vi sono stati feriti.

L’OCHA ha riferito che altri due Palestinesi sono deceduti per le ferite riportate in nei giorni precedenti, mentre 530 sono rimasti feriti.

Le altre due vittime, entrambi uomini, sono morte per le ferite subite durante le manifestazioni delle settimane precedenti (18 e 29 gennaio), tra cui una dimostrazione svolta sulla spiaggia per protestare contro il blocco navale; una delle vittime è stata colpita da proiettili e l’altra da un lacrimogeno.

Questi incidenti, aggiunge l’OCHA, portano il numero delle fatalità palestinesi durante le proteste di Gaza, iniziate nel marzo 2018, a 263, tra cui 49 bambini.

 

Fonte:Infopal.it

 

 

 

Commenti