• Scandalo vaccini in Cina, salta un alto funzionario del Partito

PECHINA (Pars Today Italian) – Il Partito comunista cinese ha silurato oggi un alto funzionario regionale per uno scandalo che rischia di mettere in dubbio la fiducia sui vaccini prodotti nel paese.

Lo hanno riferito oggi media locali. Il governo è in difficoltà per rassicurare la pubblica opinione nel settore farmaceutico, dopo che lo scorso mese è stato scoperto che un importante produttore di vaccini antirabbia alterava i dati e ha subito un ordine di cessare la produzione. Il governo ha spiegato che i vaccini sospetti non sono entrati nel mercato, ma la vicenda ha provocato particolare preocccupazione. L'amministratore delegato della compagnia in questione, la Chanchun Changsheng Biotechnology della provincia nordorientale di Jilin, è stato arrestato con 14 altre persone in relazione allo scandalo. Il vicegovernatore Jin Yunhui è diventato la prima vittima politica della vicenda, ha spiegato l'agenzia di stampa Xinhua. Era il funzionario incaricato di monitorare la sicurezza del cibo e dei prodotti farmaceutici. La decisione è stata presa in una riunione del Politburo, il sancta sanctorum del Partito, guidato dal presidente Xi Jinping. "Coloro che - ha scritto la Xinhua riportando le conslusioni della riunione - violano la legge e mettono a rischio la sanità pubblica, in particolare in materia di vaccini e medicihe, saranno severamente puniti".

Aug 16, 2018 20:38 Europe/Rome
Commenti