• Filippine, presidente minaccia di espellere ambasciatori Paesi UE

- Il presidente filippino Rodrigo Duterte ha minacciato oggi di espellere i rappresentanti diplomatici dell'Unione europea, accusando i loro governi di voler espellere Manila dalle Nazioni unite.

Duterte ha affermato, in un discorso furioso, che non tollerera' le critiche europee alla sua campagna contro la droga, che ha visto l'uccisione di almeno 3.850 persone, spesso in esecuzioni sommarie, da quando è arrivato al potere e ha portato diversi gruppi per i diritti umani a parlare di crimini contro l'umanità.

Duterte ha accusato l'Unione europea di interferire negli affari interni delle Filippine e ha affermato che gli europei vogliono espellere le Filippine dall'UE. "Vorreste solo dirci: 'Siete esclusi dall'Onu'. ... andate via", ha detto ai reporter, agigungendo che i paesi europei trarrebbero vantaggio dall'impoverimento delle Filippine. "Voi ci date soldi quando iniziate e orchestrare cosa deve essere fatto e cosa non dovrebbe essere fatto nel nostro paese. La colonizzazione è finita. Non ci fotterete", ha detto.

L'Ue non ha fatto commenti sulla possibilità di rimuovere le Filippine dall'Onu. Tuttavia l'Europarlamento ha emesso una risoluzione lo scorso anno sul "numero straordinariamento alto di persone uccise durante operazioni di polizia nelle Filippine".

Oct 12, 2017 17:24 Europe/Rome
Commenti