• La Cia minaccia di uccidere Kim Jong-un, reazione di Mosca

Il presidente della commissione di Politica d'Informazione della camera alta del Parlamento russo Alexey Pushkov ha commentato su Twitter le dichiarazioni del numero uno della CIA Mike Pompeo sulla reazione dell'intelligence americana in caso di "morte improvvisa" del leader nordcoreano Kim Jong-un, dicendo che è stato di fatto condannato a morte.

In precedenza Pompeo aveva detto che, data la storia della CIA, se Kim Jong-un fosse improvvisamente scomparso, non avrebbe rilasciato alcuna dichiarazione. Pompeo aveva inoltre affermato che la CIA sta per "diventare un'agenzia molto più cinica". "Le dichiarazioni del direttore della CIA significano una cosa sola: Kim Jong-un è stato marchiato. I leader non muoiono da un giorno all'altro. Un'altra questione è quanto questa minaccia sia realizzabile," ha twittato Pushkov.

Oct 22, 2017 21:55 Europe/Rome
Commenti