• Ministro degli esteri tedesco:

Secondo Gabriel che è intervenuto al Forum di politica estera di Berlino: "il nuovo ordine mondiale si formerà con Russia, Iran e Turchia".

"La Germania non può più semplicemente reagire alla politica degli Stati Uniti, deve stabilire la propria posizione... anche dopo che Trump avrà lasciato la Casa Bianca, i rapporti con gli Usa non saranno più gli stessi". Lo ha detto Gabriel al Forum 2017 di politica estera tenutosi a Berlino questa settimana.

Gabriel ha accusato gli Stati Uniti di "non vedere più il mondo come una comunità globale, ma come un'arena in cui ognuno deve cercare il proprio vantaggio", ha riferito Deutsche Welle. "Mentre gli Stati Uniti si sono ritirati dalla scena internazionale, nessuno si è rivolto all'Unione europea", ha detto Gabriel. Questo blocco, ha proseguito, non rappresenta più una serie specifica di valori. "Dobbiamo descrivere le nostre posizioni e, se necessario, tracciare linee rosse" che sarebbero "basate sui nostri interessi", ha affermato, secondo la Süddeutsche Zeitung.Di fronte alla debolezza dell'Occidente e degli Stati Uniti, il nuovo ordine mondiale si sta formando intorno alle potenze emergenti: Russia, Turchia e Iran.  Sigmar Gabriel ha criticato la politica estera del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, affermando che quando gli americani hanno rinunciato al loro ruolo di leader, il vuoto del potere in Medio Oriente e in Africa è stato occupato dai rivali dell'Occidente. 

Il ministro tedesco ha affermato che "i concorrenti non stanno dormendo": la Cina ha aumentato significativamente la sua influenza in Africa, mentre Russia, Turchia e Iran hanno forgiato un ruolo sempre più importante nella formazione di eventi in Medio Oriente.Il ministro tedesco si è riferito in particolare alla Siria, indicando che la crisi in questo paese ha dimostrato la debolezza dell'Occidente, mentre i "vecchi imperi" si stanno riaffermando come grandi potenze.  

Come conseguenza di questa debolezza, prosegue Gabriel, il nuovo ordine mondiale emergente sta assistendo alla crescente influenza di Russia, Turchia e Iran. "Ognuno di loro promuove la sua grandezza storica sia all'interno che all'esterno. E stanno usando il proprio capitale per mostrarlo all'Occidente ", ha aggiunto.Gabriel ha descritto il summit sulla Siria di novembre tra i presidenti di Russia, Turchia e Iran a Sochi come emblematico di come "i vecchi imperi stanno emergendo" di nuovo.

  

Dec 07, 2017 21:20 Europe/Rome
Commenti