• Caso Irene Garza, l'emblema del sogno americano

Il 16 aprile 1960 Irene Garza prese la macchina della madre promettendo di tornare presto a casa. Si diresse verso la chiesa del Sacred Heart di McAllen, la città del Texas dove la sua famiglia possedeva una catena di lavanderie. I parrocchiani la videro mettersi in fila per ricevere la comunione. Ma da quel momento in poi di Irene si persero le tracce come se non fosse mai esistita.

La madre e il padre all'inizio pensarono si fosse trattenuta fino alla messa di mezzanotte. Ma alle tre del mattino Irene non era ancora tornata e i Garza denunciarono la sua scomparsa alla polizia. Con gli occhi semi chiusi dal sonno, l'agente di guardia disse loro di non preoccuparsi.

Irene poteva essersi fermata da un'amica o incontrato un ragazzo che le piaceva tanto più che era maggiorenne. Ragionando tra sé e sé il poliziotto però pensava che  le ragazze di buona famiglia non sparivano all'improvviso di notte. Qualche ora dopo, sul muretto che separava un canale di irrigazione dal terreno fu trovata una scarpa senza tacco che i famigliari riconobbero come appartenente ad Irene. Da  quel momento in poi le indagini presero tutta un'altra piega.

 Agenti e squadre di volontari formatesi spontaneamente si misero alla ricerca dì un eventuale cadavere. Il 21 aprile del 1960 una donna che camminava nei pressi di un  canale vide affiorare un corpo senza vita. A breve distanza dall'argine fangoso si vedevano delle impronte.

Il corpo apparteneva ad Irene Garza ma il problema sarebbe stato capire come fosse finita in quella zona desolata. Forse era stata gettata nel canale da qualcuno che voleva farla sparire per sempre. Fino a quel momento nessuno sapeva nulla ma la stesse Irene, che  era una cattolica devota, avrebbe detto che “Dio ha il potere di cancellare  ma spetta ai re scoprire la verità” (Proverbi 25:2 n.d.r.)

Irene Garza era nata nel novembre del 1934 a McCallen, una cittadina del Texas situata nella valle del Rio Grande. In base all'esame autoptico si scoprì che era stata semi soffocata prima di essere violentata, poi uccisa e quindi gettata nell'acqua del canale dove era affiorato il corpo. Il parroco del Sacred Heart, vecchio amico dei Garza, cercò in qualche modo di placare la rivolta minacciata dalla popolazione ispanica dopo che era stata diffusa la notizia del delitto.

In città si mormorava che l'assassino fosse John Feit, un giovane prete con cui la ragazza si era confessata la sera della sua morte. La stessa Irene aveva scritto ad un'amica di aver conosciuto un ragazzo non bello ma molto devoto. “Ma solo se Dio vorrà potremo pensare ad una vera unione” concludeva la lettera.

Nella sua ultima sera  di vita Irene era stata notata da molti parrocchiani e, del resto, non era difficile che soprattutto gli uomini la notassero. Oltre che avvenente la ragazza aveva un portamento regale che le aveva fatto già guadagnare il titolo di Miss South Texas Sweetheart e Miss Pan American College. La stampa locale era come ossessionata dall'avvenenza di Irene tanto che divulgò i suoi sentimenti più intimi come se volesse lavarne l'anima. I titoli dei giornali parlavano della “reginetta di bellezza dagli occhi neri” come di una donna perduta. Il sensazionalismo insomma aveva avuto la meglio sulla realtà.

In poche parole: una giovane donna  era andata a confessarsi per poi finire assassinata in un canale di irrigazione. Ma i giornalisti badavano più alla mancanza di indumenti intimi che alla atrocità alla sua fine. In realtà, Irene Garza era l'emblema del sogno americano.

Chi la conosceva bene sapeva che faceva l'insegnante elementare ed era innamorata del suo lavoro. Difficile pensare che una ragazza ammirata da tutti per l'impegno professionale avesse una doppia vita. Nel frattempo a Mc Allen si erano fatte sempre più insistenti le voci sull'eventualità che l'assassino di Irene fosse un sacerdote. Ben 500 uomini furono messi sotto torchio e sottoposti al test del poligrafo. Compreso John Feit, l'ultima persona ad aver visto Irene viva prima  della sua scomparsa. Feit er era uno dei sacerdoti più giovani del Sacred Heart e molti pensavano che avrebbe sicuramente fatto carriera  all'interno della Chiesa Cattolica. Ma Chi ha ucciso Irene Garza?

segue

di Bianca Cerri

Fonte: altrenotizie.org

 

Jan 03, 2018 06:54 Europe/Rome
Commenti