• Erdogan esorta gli Usa a non violare i confini della Turchia

ANKARA (Pars Today Italian) - Il presidente della Turchia Tayyip Erdogan ha invitato domenica gli Stati Uniti a non provocare la Turchia e non invadere i suoi confini.

"Non violate i nostri confini, non provocateci altrimenti non avremo più pazienza. Questo l'ho detto anche allo spettabile Obama. Peccato che non abbia ottenuto una risposta. Abbiamo detto: "verremo improvvisamente durante la notte". Abbiamo aspettato e poi abbiamo colpito. Coloro che dicono che siamo sostenuti dagli Stati Uniti, non ha affrontato il popolo turco. È la nostra lotta nazionale" ha detto Erdogan, intervenendo al Congresso delle donne nella provincia di Bursa. Lo ha riportato NTV. Ha di nuovo ricordato il sostegno militare USA ai gruppi armati curdi in Siria. Secondo il presidente della Turchia, gli Stati Uniti hanno inviato 5.000 camion con armi ai curdi siriani. In precedenza, lo stato maggiore della Turchia ha annunciato l'inizio dell'operazione Ramo d'ulivo contro le formazioni dei curdi nell'Africa siriana. L'operazione è iniziata sabato alle 17.00, ora di Mosca. Secondo lo stato maggiore, 72 velivoli vi hanno partecipato, 153 bersagli sono stati colpiti. Il primo ministro turco Binali Yildirim ha dichiarato domenica l'inizio di un'operazione di terra ad Afrin.

Tag

Jan 21, 2018 20:09 Europe/Rome
Commenti