• A Mosul sono costretti a seppellire i morti in cimitero abbandonato

BAGHDAD (Pars Today Italian) - A causa dei continui bombardamenti della coalizione Usa, gli abitanti di Mosul sono costretti a seppellire i loro morti nel vecchio cimitero ebraico chiuso dal 1948.

Durante l'occupazione della città i terroristi dell'ISIS hanno distrutto il principale cimitero per costruirci un parco. Dopo la liberazione di Mosul gli abitanti sono stati costretti ad abbandore questo cimitero e seppellire i loro morti nel vecchio cimitero ebraico abbandonato perché più riparato dai raid aerei della coalizione. "In questo cimitero seppelliamo da 3 a 6 persone al giorno. Abbiamo scelto questo vecchio cimitero, perché è circondato da tutti i lati da edifici, e non possiamo essere visti. Era impossibile raggiungere il cimitero principale a causa dei continui bombardamenti della coalizione", ha raccontato a Sputnik Mahmud Shukr, un residente di Mosul. Secondo gli abitanti locali, gli attivisti hanno sgombrato il 75% delle strade che conducono al cimitero ebraico. I corpi identificati sono stati consegnati ai parenti che possono ora risistemarli nelle cripte familiari. Non tutti i corpi sono stati identificati, ma gli esperti forensi continuano il loro lavoro.

Tag

Feb 09, 2018 20:49 Europe/Rome
Commenti