• Terremoto alla Casa Bianca: Trump licenzia Tillerson + FOTO

- "Mike Pompeo, direttore della CIA, diventerà il nostro nuovo segretario di Stato. Farà un lavoro fantastico! Grazie a Rex Tillerson per il suo operato! Gina Haspel diventerà la nuova direttrice della CIA, e la prima donna scelta a farlo. Congratulazioni a tutti!".

Lo ha annunciato il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, su Twitter *. 

Ha quindi confermato il rumor riportato dal Washington Post, ovvero la sua decisione di licenziare il segretario di Stato Usa Rex Tillerson. Le voci di tensioni fra Trump e Tillerson e di una possibile rimozione del secondo dall'incarico di segretario di Stato erano emerse più volte nei mesi scorsi.

A ottobre del 2017 Nbc News aveva riportato che a luglio il vicepresidente Usa Mike Pence e altri alti funzionari del governo di Washington erano intervenuti per convincere Tillerson a non dimettersi. Ma dopo quell'indiscrezione, il 4 ottobre Tillerson aveva ribadito il suo impegno per l'agenda di Trump, dicendo che l'impegno era pari a quello del primo giorno di insediamento al dipartimento di Stato: "Non ho mai preso in considerazione l'ipotesi di lasciare l'incarico", aveva dichiarato. Il 6 dicembre, poi - commentando le notizie emerse qualche giorno prima secondo cui la Casa Bianca aveva un programma per rimuoverlo dall'incarico e sostituirlo con il capo della Cia Mike Pompeo - Tillerson aveva dichiarato: "È una storia che continua a venire fuori ogni sei settimane circa e direi che avete bisogno di trovare nuove fonti perché questa notizia continua a essere sbagliata". Aveva inoltre fatto discutere un'altra notizia riportata da Nbc News, secondo cui nel corso di un incontro al Pentagono Tillerson aveva definito Trump un "imbecille". Ma il 5 gennaio, nel pieno della polemica scatenata negli Usa dalla pubblicazione del libro di Michael Wolff intitolato 'Fire and fury: inside the Trump White House', il segretario di Stato aveva dichiarato in un'intervista alla Cnn: "Non ho mai messo in dubbio l'adeguatezza mentale" di Trump.

Il presidente Usa ha fatto riferimento a "disaccordi" con Rex Tillerson, citando fra i temi di divergenze l'accordo con l'Iran sul nucleare. "Siamo andati in realtà abbastanza d'accordo, ma eravamo in disaccordo su alcune cose", ha detto parlando nei giardini della Casa Bianca prima di partire per la California. "Se guardate all'accordo con l'Iran, io pensavo che fosse terribile, mentre lui pensava che fosse ok. Io volevo romperlo o fare qualcosa, lui la pensava un po' diversamente. Quindi non pensavamo esattamente la stessa cosa", ha aggiunto il presidente Usa.

Ma Rex Tillerson ha non ha parlato con Trump prima che lo rimuovesse dall'incarico di segretario di Stato e non ha ricevuto una motivazione per la decisione, come ha dichiarato il sottosegretario di Stato americano, Steve Goldstein, in una serie di tweet pubblicati sul suo account. Il segretario di Stato "non ha parlato con il presidente ed è ignaro del motivo, ma è grato dell'opportunità di prestare servizio e crede ancora in modo forte che il servizio pubblico sia una chiamata nobile e non bisogna pentirsene", ha affermato Goldstein. "Porgiamo gli auguri al segretario-designato Pompeo", ha aggiunto. 

Il presidente Usa "voleva essere sicuro di avere una nuova squadra in funzione in vista dei prossimi colloqui con la Corea del Nord", ha spiegato un alto funzionario Usa. Il rimpasto giunge dopo qualche giorno da quando è stato annunciato che entro fine maggio Trump incontrerà il leader nordcoreano Kim Jong-Un. 

Mar 13, 2018 15:49 Europe/Rome
Commenti