• USA, una donna a capo della CIA con un passato di torture

- Dopo il passaggio di Mike Pompeo alla guida del dipartimento di Stato, la Cia sarà guidata da Gina Haspel, fino ad oggi vice di Pompeo e adesso la prima donna a capo dell'agenzia d'intelligence americana.

Ma Haspel, 61 anni, ha una lunga carriera come agente e soprattutto un passato indissolubilmente legato a diversi episodi di tortura. Nel 2002 aveva guidato diverse sessioni in cui due sospetti terroristi erano stati torturati all'interno di una prigione segreta in Thailandia. Le registrazioni di quegli interrogatori, scrive il New York Times in un profilo della donna pubblicato nel febbraio del 2017, sono state distrutte, su ordine di Haspel. Facevano riferimento a un periodo compreso tra il 2002 e il 2005.

Ma nel gennaio dell'anno scorso la decisione di Donald Trump di scegliere Haspel come vice della Cia (e ora come capo) è stato un segnale molto chiaro. Dopo gli anni di Barack Obama e del tentativo di chiudere con il periodo delle torture dell'amministrazione Bush post 11 settembre, Trump ha chiarito che la sua intenzione è fare il contrario. Mike Pompeo ad esempio ha detto che il waterboarding e altri metodi di interrogatorio condannati da molti osservatori internazionali per i diritti umani non devono essere considerati torture.

segue

 

Mar 13, 2018 16:30 Europe/Rome
Commenti