• Ministro esteri Belgio: dialogo necessario per risolvere crisi in Siria

Per risolvere il conflitto in Siria è necessario il dialogo politico. Lo comunica il Ministro degli esteri del Belgio Didier Reynders ad una udienza del Consiglio dell’Ue in Lussemburgo. A detta sua il conflitto in Siria non verrà risolto con metodi militari.

"È arrivato il momento del dialogo politico. Dobbiamo porci sulla via del dialogo con l'Iran e la Russia" ha sottolineato il Ministro. Reynders ritiene che bisogna condannare l'uso di armi chimiche e contemporaneamente avviare delle consultazioni con la Svizzera. Secondo lui è necessario che l'inviato speciale del segretario generale ONU per la Siria, Staffan de Mistura avvii dei negoziati a Ginevra, scrivono i media. Il premier del Belgio, Charles Michel, anche ha esortato ad avviare un dialogo con la Russia. Ha ricordato che la Russia ha i suoi interessi nel mar Mediterraneo. "Bisogna condurre un dialogo con tutti a livello internazionale, anche con coloro con cui si è in disaccordo". Secondo i media, il Belgio, secondo il primo ministro, è stato avvertito dei preparativi per gli attacchi in Siria. Nel frattempo, il Ministro degli Esteri britannico Boris Johnson ha affermato che gli attacchi contro la Siria sono stati una giusta decisione. Allo stesso tempo, ha ammesso che con gli attacchi non è stato possibile spodestare il regimegoverno di Bashar Assad.
Apr 16, 2018 20:45 Europe/Rome
Commenti