• Usa, resi pubblici accidentalmente documenti su armi

L’Information Processing Center, per motivi ancora sconosciuti, ha risposto alla mail di un giornalista inviandogli dei documenti relativi ad un’arma psicoelettronica in grado di controllare la mente umana. Lo riferisce il portale MuckRock.

Il giornalista Curtis Waltman aveva scritto all'Information Processing Center di Washington, D.C., per ricevere informazioni sulle organizzazioni nazionaliste e "antifa". Ma in allegato alla risposta ha trovato un documento d'archivio con i dettagli di un'arma elettronica con effetti effetti elettromagnetici sul corpo umano. Stando al documento, l'arma colpisce l'intero corpo umano provocando, per esempio, incontrollabile prurito in tutte le parti del corpo, movimenti involontari delle braccia e gambe, linguaggio incontrollato, orgasmi, e anche la capacità di piegare le dita all'indietro di quasi 90 gradi. E anche la mappatura a distanza del cervello. Alcune parti del documento erano state inserite in un articolo di Nexus, che descriveva il caso di un certo John St Claire Akwei che ha denunciato l'NSA, perché in grado di "uccidere cittadini statunitensi segretamente o di condurre operazioni psicologiche segrete". Lo stesso Curtis Waltman non ha idea del perché questi documenti siano stati inclusi nella risposta alla sua mail, e non sa perché sono necessari ad un'organizzazione governativa. L'Information Processing Center non ha fornito commenti in merito.
Apr 20, 2018 20:23 Europe/Rome
Commenti