• Nordcorea forse ha ottenuto tecnologie riconoscimento facciale

SEOUL (Pars Today Italian) – La Corea del Nord potrebbe aver lavorato allo sviluppo di tecnologie di riconoscimento facciale anche grazie a un esperto sudcoreano, che è stato arrestato dalla polizia metropolitana di Seoul.

Lo racconta NK News, una testata specializzata in questioni nordcoreani. L’uomo – di cui è stato solo diffuso il cognome Kim, estremamente consueto nelle Coree – gestisce un’azienda specializzata nelle tecnologie di riconoscimento facciale. Kim avrebbe lavorato con i tecnici nordcoreani attraverso un ufficio a Pechino. L’arresto sarebbe avvenuto anche per evitare “il pericolo di fuga”. L’arresto è avvenuto il 9 agosto. Le tecnologie di questo tipo sono sottoposte a embargo e l’uomo rischia di avere una condanna fino a 10 anni di prigione per atti che mettono a rischio la sicurezza nazionale. La società di Kim ha un’importante expertise nella tecnologia di riconoscimento facciale ed è uno dei 16 sviluppatori riconosciuti dal Dipartimento per il Commercio Usa e dell’Ufficio del direttore d’intelligence nazionale americano per il Face Recognition Prize Challenge del 2017. E fornitrice di queste tecnologie per diversi governi del mondo, oltre che per siocietà private di prima grandezza nel settore automobilistico, smartphone, difesa.

Tag

Aug 14, 2018 18:53 Europe/Rome
Commenti