• Gli Usa non accetteranno più il diritto dei rifugiati palestinesi di tornare nei territori occupati

Washington ha annunciato che non riconoscerà più milioni di "diritti di ritorno" dei rifugiati palestinesi nei territori occupati da Israele, secondo quanto riportato dai media israeliani.

Secondo il quotidiano israeliano Hadashot News, l'amministrazione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump farà l'annuncio nei prossimi giorni, in cui affermerà che solo circa un milione di palestinesi ha il diritto allo status di rifugiato.

L'affermazione contraddice le statistiche delle Nazioni Unite che classificano oltre cinque milioni di palestinesi come rifugiati.

All'inizio di questo mese, la rivista americana Foreign Policy ha ricevuto e-mail scritte da Jared Kushner, consigliere e genero di Trump, ad alti funzionari statunitensi in cui ha fatto pressione sulla Giordania per rimuovere lo status di rifugiato di milioni di palestinesi nel tentativo di interrompere il dell'UNRWA, Agezia delle Nazioni Unite per i rifugiati.

Washington ha più volte espresso l'opposizione nel trattare i figli dei profughi palestinesi come rifugiati stessi.

A gennaio, il governo degli Stati Uniti ha annunciato che avrebbe trattenuto i 65 milioni di una rata di aiuto che ammonta a 125milioni di dollari all'Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e il lavoro per i profughi della Palestina (UNRWA).

Anche venerdì scorso, Washington aveva annunciato la cancellazione di oltre 200 milioni dollari in fondi per l'Autorità palestinese (ANP).

I legami USA-Palestina si sono deteriorati lo scorso dicembre, quando Trump ha dichiarato Gerusalemme al-Quds come la "capitale" di Israele e ha annunciato piani per trasferire l'ambasciata da Tel Aviv nella città occupata. Lo riporta Per Giustizia.

 

Aug 26, 2018 09:58 Europe/Rome
Commenti