• Spagna, voleva uccidere Sanchez: era in possesso di un arsenale

- Un uomo trovato in possesso di un "arsenale" è stato arrestato nello scorso mese di settembre dopo avere minacciato online di voler uccidere il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez: lo hanno rivelato oggi fonti ufficiali spagnole, citate da Publico.

L'uomo aveva 63 anni e tra le sue armi c'erano fucili da cecchino e un mitragliatore. Secondo quanto si è appreso, il sospetto avrebbe minacciato Sanchez perché furioso per la decisione del primo ministro di esumare il dittatore defunto Francisco Franco dal suo luogo di riposo vicino a Madrid.

L'uomo, che "voleva uccidere il presidente del governo spagnolo", è stato arrestato nella città nord-orientale di Terrassa, in Catalogna, hanno riferito su Twitter i Mossos d'Esquadra. "L'arrestato, che aveva un arsenale a casa, è in prigione", ha aggiunto la polizia.

L'uomo è ora accusato dall'Alta Corte della Catalogna di "avere cospirato per attaccare le autorità usando armi", di avere pronunciato "gravi minacce", di possedere illegalmente una "riserva di armi, munizioni ed esplosivi" e di crimine d'odio.

Una portavoce della Corte ha detto all'Afp che il sospetto è stato arrestato a metà settembre. "Quando la sua casa è stata perquisita per verificare se le minacce fossero reali ... è stato trovato un arsenale che rafforza la credibilità delle minacce", ha spiegato la portavoce.

Nov 08, 2018 12:44 Europe/Rome
Commenti