Jan 12, 2019 13:39 Europe/Rome
  • Usa, Trump e il possibile stato d’emergenza

- La paralisi amministrativa voluta da Donald Trump ha raggiunto il suo ventiduesimo giorno di durata, lasciando senza stipendio 800mila dipendenti pubblici.

Intanto la Camera dei Rappresentanti e il Senato degli Usa hanno votato per restituire ai dipendenti pubblici la parte di stipendio loro dovuta. Trump sta meditando di seguire una via alternativa per ottenere i fondi necessari alla costruzione del muroal confine con il Messico, ovvero dichiarare lo stato d’emergenza. Questo permetterebbe al Presidente di ottenere l’accesso a fondi pubblici stanziati direttamente dal Pentagono. Tuttavia, l’idea è stata fortemente criticata dai membri del suo stesso partito. “Ciò che non vogliamo in questo momento è lo stato d’emergenza” ha dichiarato Trump, riporta CNBC. Il presidente ha sottolineato di avere l’autorità per farlo, ma di non volerlo fare “così in fretta”, preferendo ildialogo con il Congresso. L’agenzia di rating Standard & Poors’ ha fatto i conti economici: a oggi lo shutdown è costato agli USA 3,6 miliardi di dollari, ovvero circa 1,2 miliardi a settimana. Se dovesse durare altri 14 giorni, costerà piu’ dei 5,7 miliardi chiesti da Trump per il muro.

Commenti