Mar 24, 2019 14:29 Europe/Rome
  • Mosca reagisce alle dichiarazioni di Pompeo su Crimea e Golan

- La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha promesso di correggere il lavoro informativo sulla Crimea traendo spunto dalle parole del segretario di stato americano Mike Pompeo in merito alla decisione del presidente americano Donald Trump sul riconoscimento della sovranità israeliana sulle Alture del Golan.

Pompeo aveva dichiarato in un'intervista a Sky News che la volontà americana di riconoscere le Alture del Golan come territorio israeliano sullo sfondo della situazione in Crimea non indica che gli Stati Uniti perseguono una politica di doppi standard. Ha inoltre affermato che la decisione di Trump sulle Alture del Golan sono un riconoscimento della situazione reale sul terreno e soddisfa le esigenze di sicurezza necessarie per difendere lo Stato israeliano.

"Ecco perché Washington e Bruxelles stanno facendo tutto il possibile per assicurare che il mondo non sappia nulla sulla situazione reale in Crimea, altrimenti il ​​riconoscimento sarebbe automatico, come emerge dalla logica del segretario di Stato statunitense. Abbiamo capito tutto e correggiamo la strategia del lavoro d'informazione. Grazie, Mr. Pompeo," la Zakharova ha scritto sulla sua pagina Facebook.

Commenti