• Con Trump marcia indietro Usa su Cuba

NEW YORK (Pars Today Italian) - Donald Trump ha attaccato l'amministrazione precedente, quella democratica di Barack Obama, rea dal suo punto di vista di avere realizzato un disgelo con il regime cubano per la prima volta in mezzo secolo.

Come suo solito il presidente Usa vuole dettare le sue condizioni rendendo più complicato per gli americani viaggiare sull'isola comunista e per le aziende fare business all'Avana. Ma anche se ha promesso di "cancellare completamente" le misure volute dal suo predecessore, alcune di loro restano in vigore. "Sto cancellando l'accordo dell'ultima amministrazione con Cuba", che secondo Trump avvantaggia solo la nazione caraibica e dunque non mette l'America al primo posto. Alcune misure del suo predecessore tuttavia restano in vigore: le relazioni diplomatiche sull'asse Washington-Avana, aperte nel 2015, restano tali così come le rispettive ambasciate (quella Usa fu chiusa nel 1961 dopo la rivoluzione cubana). Non ci saranno inoltre nuove restrizioni rispetto a quelle in essere in merito alla tipologia di prodotti cubani che gli americani possono portare a casa come i sigari e il rum. Lasciare l'ambasciata Usa a Cuba, ha detto Trump, è una scelta fatta "nella speranza che i nostri Paesi possano determinare una rotta migliore". E al regime ha detto: "Venga al tavolo per un nuovo accordo che sia nel migliore interesse di entrambe i popoli".

Tag

Jun 16, 2017 22:28 Europe/Rome
Commenti