Amici da oggi siamo con voi con la nuova rubrica “Conosciamo l’Islam” nella quale cercheremo di spiegarvi con un linguaggio semplice i principi e le pratiche fondamentali della fede islamica.

Il secolo in cui viviamo è considerato un’epoca di attacchi e di massacri contro la vita. Siamo bombardati costantemente da immagini d’interminabili guerre e genocidi di persone innocenti, situazioni di violenza, miseria, manifestazioni di egoismo, minacce che provengono spesso dalla natura stessa ma che sono aggravate dall’incuria colpevole degli uomini.

Ogni giorno l’uomo è minacciato da ciò che produce e dal lavoro del suo intelletto, pertanto, vive sempre di più nella paura e nell’angoscia. Ha bisogno di aggrapparsi a qualcosa e sperare, credere e quando si rende conto che nulla di tutto ciò che fa parte del razionale può aiutarlo, l’unica cosa che sembra necessario fare è quella di implorare la protezione dell’Onnipotente, compiere riti per evitare l’angoscia e tuffarsi nella beatitudine per esorcizzare la paura. E questo rifugio dinanzi all’angoscia  che li tormenta e che scaturisce dal vivere situazioni di emarginazione, d’isolamento , lo trova nella fede in quella forza Onnipotente, ovvero nel Signore.

Infatti è innato nell'uomo il bisogno di credere in “ qualcosa “ che sta oltre ciò che i sensi fanno percepire. Il susseguirsi delle religioni nel corso della storia è come manifestazione di quell’innato bisogno di trascendenza, di credere in un essere superiore alle leggi naturali ed umane.

***

Joseph Ernest Renan, un filosofo, storico delle religioni e scrittore francese parlando sull’effetto della fede in Dio dice: "È possibile che un giorno io perda tutto ciò che amo, ma è impossibile che io perda la mia passione per la fede. Questa passione rimarrà sempre nella mia anima e sarà come una testimonianza onesta della falsità della materialità.”

William James Durant, un filosofo, saggista e storico statunitense descrivendo la fede come lo spirito della vita dice: ”La vita senza la fede sarà molto noiosa e senza senso, infatti sarà come un corpo senza anima”.

Il Signore, nel Corano, sacro libro dell’Islam, parla proprio di questo bisogno innato di religione e di credere in tutti gli uomini: ”Rivolgi il tuo volto alla religione come puro monoteista, natura originaria che Allah ha connaturato agli uomini; non c'è cambiamento nella creazione di Allah. Ecco la vera religione, ma la maggior parte degli uomini non sa.”(Corano 30:30).

L'essere umano è un molto complesso, è come un universo molto ampio e pieno di misteri e segreti. Questa misteriosa creatura fin dalla sua creazione si è impegnata con tanta maggior forza a conoscere se stessi ed a indagare dentro se stessi, per scoprire e capire l'essenza della vita che è dentro di lui. Ed è proprio da questa ricerca del sé e della verità che nel corso dei secoli nacquero diverse scuole di pensiero; e se tali scuole non riescono a rispondere alle esigenze ed alle domande dei suoi seguaci sarà destinata a scomparire.

***

L'uomo è composto di anima spirituale e di corpo ed è proprio quel suo aspetto sprituale che lo spinge a rispondere al proprio desiderio di pienezza e di felicità, al bisogno di salvezza e alla ricerca di senso.

L’essere umano per potere raggiungere la salvezza e la pace eterna ha bisogno di una roadmap, un piano completo e ben preciso che comprende tutti gli aspetti della vita umana.

L’Allamah Tabatabai,il noto filosofo e gnostico persiano ribadendo l’importanza di seguire un piano complessivo per raggiungere la serenità afferma:” l’Iddio Altissimo guida tutte le sue creature, tra cui anche l’uomo, … In una religione basata su una visione dell'uomo e della natura umana, tutti gli aspetti dell’uomo, siano sprituali che  materiali e corporali vanno presi in cosiderazione. Considerando questo fatto, l’unica esistenza e forza che è degna di stabilire la legge nell’Universo e di dare le norme all’uomo è Dio perchè è proprio Lui che l’ha creato e conosce bene la sua natura.”

Intanto noi abbiamo bisogno di religione perchè ci sono delle questioni che la ragione non può spiegare. In questi casi la fede ci viene in aiuto e ci consente di vedere l’invisibile, accettare l’impossibile e sperare nell’incredibile.

Il Signore nel sacro Corano afferma: “Infatti vi abbiamo inviato un Messaggero della vostra gente, che vi reciti i Nostri versetti, vi purifichi e vi insegni il Libro e la saggezza e vi insegni quello che non sapevate.”(corano 1:151)

Il Dio Onnipotente e Saggio ha creato tutto l’Unverso. Egli tutto dirige e si occupa di tutte le Sue creature e tutte le Sue creature dipendono da Lui per ciò di cui hanno bisogno.

Egli non crea soltanto nel senso di portare le cose all'esistenza, le conserva e se ne prende cura sin dall'inizio ed è la causa ultima di qualunque cosa accade a loro.

“Allah è il Creatore di tutte le cose e di tutte le cose è il Garante. Egli detiene le chiavi dei cieli e della terra. Coloro che non credono nei segni di Allah sono i perdenti.” [Corano 39:62-63]

Feb 14, 2018 12:03 CET
Commenti