• Conoscere l'Islam (6)

Il nobile Corano e  la Sunnah(tradizioni trasmesse dal Profeta) sono i principi eterni dell'Islam ed essi possono essere applicati ad ogni epoca a seconda delle sue esigenze. L'Islam è l'unica religione che ha fissato un sistema previsto per il continuo movimento delle forme e strutture di una società  in conformità con I principi fondamentali ed I valori permanenti della vita.

Il Grande Ayatullah Makarem Shirazi, una delle principali autorità e pensatori del mondo islamico riferendosi alla dinamicità della Legge islamica afferma:”La natura dell’uomo di oggi e le sue esigenze  e caratteristiche basiliari non sono cambiate nel corso dei secoli e sono ad esempio le stesse dell’uomo del X secolo. Dall’altra parte I valori umani sono validi  in tutte le epoche per esempio mentire e tradire vengono considerati brutti in tutti i tempi e sono incaccettabili in tutte le società. Le qualità umane come l’altruismo, la responsabilità, la giustizia sono invece delle virtù apprezzate da tutti e in tutte le epoche.

 Però esistono anche delle condizioni e necessità che col passare del tempo sono evolute come ad esempio le esigenze economiche, politiche e culturali di ogni tempo e luogo. In questo caso nell’Islam, rispettando I principi fondamentali, per rispondere queste esigenze si rivolge al metodo dell’Ijtihad”

Come abbiamo detto anche la settimana scorsa dato che l’Islam è una religione designata a perdurare fino alla fine dei tempi, sarà necessario adattare le regole e le norme alle nuove epoche.

L’Ijtihad è proprio un metodo per rispondere a questa necessità ed è un fenomeno essenziale per la sopravvivenza della Sharia Islamica(Legge divina), senza il metodo dell’Ijtihad, non si sarà capaci di applicare le leggi islamiche durante lo scorrere delle vicende che rapidamente mutano nella società umana. Però è da sottolineare che l’Ijtihad non viene applicato ai  principi fondamentali dell'Islam, come l’unicità di Dio, la profezia, il Giorno del Giudizio…

***

Amici nella seconda parte di questo programma vogliamo presentarvi il cardine attorno al quale ruota l'intera dottrina religiosa dell'Islam ovvero “Tawḥid” o la dichiarazione dell'unità divina.

Ogni solida dottrina ha una base e fondamenta su cui poggia la sua visione del mondo e la sua ideologia. La base della dottrina divina islamica è costituita dall'unicità di Dio, su cui poggiano saldamente la totalità delle sue convinzioni e delle sue opere.

Tutti I filosofi e pensatori del mondo credono che l'intero universo accessibile alle nostre osservazioni è il risultato di “una causa”.

I seguaci e sostenitori del materialismo individuano nella materia la causa unica dell''essere. Mentre per i pensatori divini l’autore dell' Universo non può essere altro che “Dio”.

Nella fede islamica Iddio Altissimo è il creatore dell’intero universo.

 Si tratta di un’unità dello spirito, nel complesso dei pensieri islamici; di un'unità del corpo, nel complesso dei suoi precetti e delle sue prescrizioni; di un'unità del messaggio della totalità dei suoi Profeti divini (as); di un'unità del primo passo di coloro che hanno seguito la via della sua guida.

***

Il primo messaggio delle guide e degli Inviati divini (as) riguardava l'unicità di Dio, e il loro più grande onore è stata la sottomissione alla Sacra figura del Sostentatore. I sacri versetti coranici esprimono perfettamente tale concetto.

Abramo (as) fu il portabandiera del monoteismo e della devota adorazione di Dio; Mosé (as) combatté contro il Faraone miscredente e l'idolatria; Gesù (as) rappresentò la pietà nell'adorazione di Dio.

Il Glorioso Corano riguardo al nobile Abramo (as) afferma:

“In verità Abramo fu un modello, obbediente ad Allah e sincero: egli non era affatto un politeista”. (Corano, 16:120)

Riguardo al profeta Mosé(as), dice che in risposta al Faraone disse:

“Il nostro Sostentatore è Colui che ha donato la vita a tutti gli esseri e che li ha guidati”. (Corano, 20:50)

Riguardo al profeta Gesù (as) afferma:“Cristo non ha mai rinnegato di essere un servitore di Dio”. (Santo Corano, 4:172)

Questo Libro Celeste riguardo al Profeta dell'Islam (as) recita:“Di’, io sono un uomo come voi! E' stato rivelato che il vostro Sostentatore è l'Unico Dio”. ( Corano, 18:10)

Dal principio alla fine del Corano si può osservare lo spirito dell'unicità di Dio.

Come abbiamo detto onore di tutti i profeti (as) e diletti a Dio è stata la sottomissione e la devozione assoluta al cospetto della divinità.

Maggio 19, 2018 10:19 CET
Commenti