• Conoscere l'Islam (8)

Amici come ben ricorderete nelle puntate precedenti abbiamo iniziato a esaminare il tema dell’unicità di Dio o Tawhid che è la base e il fondamento su cui poggia la  visione del mondo e l’ideologia dell’Islam.

 

Dio, il padrone di tutto ciò che è nell'intero universo, si presenta all'uomo attraverso la progettazione impeccabile della Sua creazione. Quando si medita sulle "realtà banali" della vita sulla Terra, si arriva alla conclusione dell'esistenza di Dio.

L’imam Ali, primo imam sciita e genero e cugino del profeta dell’Islam(as), parlando della riflessione sui Segni ( Ayat) del Signore nell’universo afferma:”Iddio è Colui che crea perfettamente (ogni cosa) senza alcun esempio da seguire. Tutto ciò che ha creato, anche le sue creature silenziose, parlano di Lui e  sono prove della sua pura esistenza e saggezza… Gli sguardi non lo raggiungono, ma Egli è una verità che esiste”.

Anche l’imam Sadiq, sesto imam sciita(as) riferendosi alla legge dell'azione e della reazione che regola la vita nell’universo afferma:” secondo la tradizione divina dietro ogni fenomeno c’è sempre una causa. Quindi ogni creato ha bisogno di una causa”.

Dal momento in cui l'uomo apre gli occhi su questo mondo, un grande ordine lo circonda. Ha bisogno di ossigeno per sopravvivere, ma è interessante notare che l'atmosfera del pianeta su cui vive fornisce più della quantità sufficiente di ossigeno che gli serve. In questo modo respira senza difficoltà.  Per l'esistenza della vita su questo pianeta, è essenziale l'esistenza di una fonte di calore. In risposta a questa esigenza, il sole si trova alla giusta distanza per emettere l'esatta quantità di calore e di energia per le esigenze della vita umana. L'uomo ha bisogno di nutrimento per sopravvivere, ogni angolo del mondo abbonda di disposizioni sorprendentemente diversificate.  Allo stesso modo, l'uomo ha bisogno di acqua e sorprendentemente, tre quarti del pianeta sono coperti di acqua. L'uomo ha bisogno di rifugio, in questo nostro mondo, vi è terreno su cui è opportuno costruire e tutti i tipi di materiali con cui fare rifugi.

***

Questi sono solo alcuni tra i miliardi di particolari che rendono possibile la vita sulla terra. In breve, l'uomo vive su un pianeta perfettamente progettato per la sua sopravvivenza. Questo è certamente un pianeta "creato per gli esseri umani", come Dio afferma nel Corano:

"Non vedete come Allah vi ha sottomesso quel che è nei cieli e sulla terra e ha diffuso su di voi i Suoi favori, palesi e nascosti?..." (Corano 31:20)

Quando l’uomo comincia ad indagare le condizioni che rendono possibile la nostra esistenza, si troverà sicuramente un passo fuori dai confini del pensiero abituale e inizia a pensare:

In che modo l'atmosfera costituisce il massimo di protezione per la terra? Come fa ognuna dei miliardi di cellule nel corpo umano  a conoscere e a svolgere i propri compiti individuali? Come esiste questo straordinario equilibrio ecologico sulla terra?

Una persona in cerca di risposte a queste domande procede sicuramente sulla strada giusta. Egli non rimane insensibile agli eventi che accadono intorno a lui, e non darà a intendere di ignorare la straordinaria natura del mondo.

***

 Una persona che fa domande, che riflette e dà risposte a queste domande, si renderà conto che ogni centimetro del pianeta appartiene a un piano e a un ordine:Come è giunto questo impeccabile ordine in tutto l'universo?Chi ha fornito i delicati equilibri del mondo?Chi fece sorgere esseri viventi incredibilmenti diversi di natura?

Mantenere se stesso occupato con l'incessante ricerca di rispondere a queste domande, si sarà in chiara consapevolezza che tutto l'universo, il suo ordine, ogni essere vivente e la struttura sono componenti di un piano, di un prodotto di design. Ogni dettaglio: la struttura eccellente di un'ala di un insetto, il sistema che consente a un albero di trasportare tonnellate di acqua ai suoi rami più alti, l'ordine dei pianeti, e il rapporto dei gas nell'atmosfera, sono tutti esempi unici di perfezione.

Un giorno, un egiziano che aveva tendenza al materialismo incontrò l’Imam Sadiq (as) e iniziò a discutere con lui per dimostrare che non esistesse Dio. L'Imam, gli chiese: “tu uomo,  sei mai andato sottoterra?” rispose di no. l’Imam proseguì ancora: “sai cosa c’è sotto la terra?” Ha detto: non lo so, ma credo che non ci sia nulla sotto terra.

L’Imam chiese ancora : “hai mai viaggiato oltre il cielo?”. Ancora rispose di no. Imam disse: “Sai cosa c'è nei cieli?” L’ egiziano affermò: non lo so, ma penso che non ci sia nulla anche lì.

E quindi l'imam Sadiq concluse:"tu non hai viaggiato nè ad est, nè ad ovest, non sei andato mai sotto la Terra, e non hai mai visto oltre il cielo! Quindi come puoi negare che non esiste nulla  in quei luoghi? Nessun uomo saggio nega ciò che non sa! ... Noi non abbiamo mai dubitato dell’esistenza di Dio! Non vedi la notte e il giorno, il sole e la luna: ciascuno naviga sulla sua orbita? Giuro su Dio che essi non sono capaci di muoversi da soli, ed è il Signore che li fa navigare sulla loro orbita, e ogni grandezza è a Dio solo”. (Bihar al-Anwar, p.3, pp. 52-51).

 

Jul 18, 2018 13:10 CET
Commenti