• Islam, la mia scelta(143), Georgette Lepaulle

L' Islam, sostantivo verbale traducibile con "assoggettamento a Dio  che deriva dalla radice "S-L-M", ovvero "essere salvato'', è l'ultima  religione monoteista, dopo l'ebraismo e il cristianesimo che viene osservata dai musulmani.

L'Islam si è manifestato per la prima volta nella cittadina Hijjaz alla Mecca nel VII secolo.
Il Suo portavoce è stato il profeta Muhammad(as), l'ultimo e definitivo profeta inviato da Dio  al mondo intero.
Quanto a numero di fedeli, l'Islam (con tutte le sue varianti) è al secondo posto con 1,5 miliardi di fedeli, dietro al Cristianesimo con 2,1 miliardi. L'Islam è una realtà sempre più significativa sia dal punto di vista numerico che culturale. In Italia con un milione e mezzo di fedeli è la seconda religione del Paese).
Oggi i musulmani in Italia sono oltre 4/500.000 (circa il 30% della popolazione immigrata). Di essi circa un quarto sono italiani (fra convertiti - 50.000)
Nel Regno Unito uno studio appena pubblicato dal Think-tank "Faith Matters", organizzazione che si occupa di dialogo interreligioso, ha calcolato che oltre cinquemila britannici si convertono all'Islam ogni anno.
Le conversioni sono aumentate vertiginosamente negli ultimi anni in Occidente soprattutto tra le donne. Fino a tre anni fa, il nome più popolare per i neonati nel Regno Unito era Jack. Oggi Muhammed è al primo posto nella lista dei nomi preferiti da assegnare ai pargoli britannici. I numeri parlano chiaro. L'Islam attrae nuovi adepti e cuori in tutto il mondo.
Gli occidentali che passano al Corano, sacro libro dei musulmani, sono oggi molti di più che ai tempi delle celebri conversioni . amici oggi vi invitiamo ad ascoltare la storia interessante di due neo-musulmano una dal Continente verde e l'altro dal Brasile. Non mancate!
***
Non c'è un'età per soddisfare le insopprimibili inclinazione del cuore.
Nel caso di Georgette Lepaulle, una belga di 91 anni, l'impulso spirituale ha aspettato molti anni per manifestarsi, e alcune vicissitudini personali le hanno permesso verso la sera della sua vita di acquisire familiarità con l'Islam attraverso una generosa famiglia musulmana e solidale che ne divenne la famiglia affidataria.
Quando la novantenne della regione di Anversa, che ora si chiama Noor, ha scelto di abbracciare l'Islam, non avrebbe mai immaginato che avrebbe battuto un record mondiale.
Infatti dagli archivi dell'Arabia Saudita risulta essere la più anziana ad essersi convertita all'islam.
Georgette Lepaulle è sfuggita al collocamento in una casa di cura in cui i suoi figli avevano deciso di destinarla, la figlia non visitava la madre da due anni.
Una cosa che non era accettabile dal punto di vista della famiglia musulmana di Maddah che conoscevano bene Noor perchè erano vicini da 40anni.
Maddah Mohamed che aveva perso sua madre ha deciso di portare Georgette Lepaulle a vivere con la sua famiglia a casa sua, poiché la protezione degli anziani è una cosa di primaria importanza nella religione islamica.
Immersa nella vita quotidiana di questa famiglia di origine marocchina, la vecchia signora, cristiana, sentì una fiammella scaldarle il cuore, prima ancora che la sua vita fosse illuminata dall'intensità della sua spiritualità.
Della sua vita con la famiglia marocchina ha detto:"ho visto le persone in questa famiglia fanno la preghiera insieme ,ho visto come loro si prendono cura l'uno all'altro, come loro si parlano l'uno all'altro , ho visto quanto è importante la famiglia per loro,completamente diversa dalla mia famiglia fredda. E Così  ho deciso di convertirmi all’Islam ."Dopo aver pronunciato la Shahada ( testimonianza islamica), Noor Lepaulle ha voluto formalizzare la sua conversione al Centro islamico e culturale del Belgio, insieme a Mohamed Maddah.
In un’ intervista quando hanno chiesto a Nour se qualcuno le avesse pagato per convertirsi all ‘Islam , lei ha rispostao ridendo:"non si tratta di soldi , ho preso volontariamente quella decisione con piena voglia."
***
Jorvan Vieira è il secondo neo-musulmano che ci racconterà la storia del suo ritorno all'islam.  Vieira è un allenatore di calcio di origine portoghese che è nato nel  1953 a Duque de Caxias in Brasile. Lui per un certo periodo copriva anche l'incarico dell'allenatore della squadra iraniana Sepahan e di recente la squadra irachena guidata dal lui ha conquistato la coppa dell'Asia.  Vieira oggi ci ha parlato dell'evento più imporntante della sua vita cioè la sua conversione all'islam:"Ormai nel 1999 io ho deciso di scegliere e seguire una religione. Prima di quel periodo non credevo in nessuna fede. Ho cominciato quindi a condurre delle ricerche al riguardo. Dopo un po' ho trovato nell'islam ciò che mi mancava dentro e cercavo. E così ho deciso di diventare musulmano. Questa decisione l'ho presa prima di sposarmi. Ora sono soddisfatto di questa mia scelta. La religione ci aiuta molto a curarsi sia del nostro corpo che della nosta anima. Dopo la
 conversione all'islam ho scelto il nome di Yusuf ed ora mi chiamo Yusuf.

Aug 15, 2018 07:15 CET
Commenti