• Conoscere l’Islam (11)

Amici nelle puntate precedente abbiamo detto che in ogni dettaglio dell’Universo, scopriamo il suo Creatore.

Parlando della creazione dell’universo abbiamo concluso che l’universo in cui viviamo è stato creato; Dio ha iniziato la sua creazione da un pianeta iniziale unico. Egli ha poi dato l’ordine di far esplodere questo pianeta iniziale che si è poi trasformato in fumo - fase del fumo. Allah ha creato da questo fumo sia la terra che il cielo, vale a dire tutti i pianeti del cielo e quelli che stanno tra il cielo e la terra in tutte le forme della materia e dell’energia che ci sono note ed ignote. Questa fase è designata sotto il nome dell’arrivo o venuta.

Se l’uomo getta uno sguardo privo di pregiudizi sul creato, constaterà ovunque i segni e le prove della pura esistenza del Creatore e sentirà ogni cosa testimoniargli la sussistenza di tale realtà.

In effetti, tutto ciò che l’uomo è in grado di osservare in questo sterminato universo o appartiene alla categoria degli esseri creati da Dio, o a quella delle proprietà che Egli ha posto in essi, oppure è una manifestazione di quell’ordine che per divino decreto governa ogni cosa.

***

Da quando l’uomo esiste sulla terra, vede intorno a sé montagne, foreste e immensi mari. Egli ha sempre visto il sole, la luna e le stelle in ordinato e perpetuo movimento.

Nel nobile Corano esistono molti altri versetti che invitano gli uomini a meditare sulla creazione dell’universo, facendo loro notare lo strabiliante ordine che governa ciascuna di queste specie.

Uno dei segni meravigliosi e stupendi del Signore sono le montagne. Per quanto riguarda la loro creazione Dio nel sacro corano afferma:” Non facemmo della terra una culla, delle montagne pioli?” (Corano, 78: 6- 7)

Gli scienzati precisano che la funzione delle montagne sta nella conservazione dell’equilibrio e dicono che i monti hanno estensioni enormi sotto la scorza terrestre; la scorza terrestre ha uno spessore che varia da 30 a 60 chilometri; gli scienzati sono pervenuti a stabilirlo attraverso uno strumento chiamato : il segmografo che ha evidenziato che ogni montagna ha una radice inficca che fissa lo strato superiore duro della scorza terrestre nello strato inferiore, fragile e vischiosa, viscida. Le montagne tendono le loro radici sotto e sopra gli strati della scorza terrestre rafforzando così la scorza terrestre ed impedendo l’erosione tra gli strati, come i picchi, tale proprio è indicato dal versetto, al modo dei chiodi che fissano gli strati del legno.

Dio Eccelso dice: “ Ha infisso sulla terra le montagne, affinché non oscilli sotto di voi e [ha disposto] fiumi e sentieri affinché non vi smarriate.” (Corano, 16: 15)

La scienza moderna ha avverato che le montagne sono distribuite in modo meraviglioso che aiuta a conservare l’equilibrio della terra e la sua fissazione affinchè non si muova o si agiti, in particolar modo quelle serie di montagne che i geologi chiamano catene montagnose e che sono diffuse nei continenti del globo.

***

Un libro chiamato 'terra ' è considerato come manuale di riferimento di base sulla geologia in molte università nel mondo. Uno degli autori di questo libro è Frank Press, che è stato il presidente dell'Accademia delle scienze negli U.S.A per 12 anni ed era il consigliere della scienza del Presidente precedente Jimmy Carter degli Stati Uniti. In questo libro illustra la montagna in una figura e la montagna in se come piccola parte del tutto, di cui la radice è profondamente fortificata nella terra . [Earth, Press and Siever, p. 435. Vedere anche Earth Science, Tarbuck e Lutgens, p. 157]. Secondo il Dott. Press, le montagne svolgono un ruolo importante nella stabilizzazione della crosta della terra.

Il Corano accenna chiaramente la funzione delle montagne nell'impedire che la terra si agiti: "Abbiamo infisso sulla terra le montagne, affinché non oscilli coinvolgendoli e vi ponemmo larghi passi . Si sapranno dirigere? ." ( Corano 21:31 )

Il Corano inoltre parla delle fondamenta forti della montagna nel seguente versetto: "e le montagne le ha ancorate." )Corano 79:32)

Sono anche le montagne a fermare le pesanti tempeste potrebbero distruggere sià la superfice della Terra che la vita degli esseri viventi. 

Oggi le montagne coprono circa il 27 per cento della superficie terrestre. Le montagne infatti ricordano all’uomo la sua piccolezza e la sua imperfezione davanti a un Creatore onnipotente.

Sep 10, 2018 11:40 CET
Commenti