Jan 06, 2019 15:24 CET
  • Iraniani Famosi (186): Mulla Sadra (p.7)

Cari amici, nel corso della puntata precedente abbiamo iniziato la presentazione di uno dei famosi filosofi del periodo Safavide, ossia Mulla Sadra, vissuto a cavallo tra il 16esimo e 17esimo secolo.

Il persiano famoso di cui vi parliamo in queste settimane è Ṣadr ad-Dīn Muḥammad Shīrāzī, passato alla storia come Mulla Sadra, colui che secondo lo studioso Oliver Leaman, fu probabilmente il filosofo più importante e influente del mondo musulmano negli ultimi quattrocento anni. Abbiamo esaminato, nel corso della puntata precedente, il pensiero del famoso filosofo sul causalismo e la verità. Oggi concludiamo il discorso su di lui e le sue principali opere.

***

Proseguiamo citando solo le opere più importanti e conosciute di Mulla Sadra, questo incredibile pensatore e filosofo musulmano.
al-Mabda‘ wa’l-ma‘ad (Il Principio e la Fine) chiamato anche al-Hikmat al-muta‘aliyyah considerata una sintesi della seconda metà dell'Asfar. Ha chiamato questo libro il Principio e la Fine, dal momento che ha creduto che la filosofia sia la conoscenza dell'origine e del ritorno.
Al-Mazahir, un libro simile a al-Mabda‘ wa’l-ma‘ad, ma più breve di esso. È, infatti, un manuale per far familiarizzare i lettori con la filosofia di Mulla Sadra.
Vi è anche Huduth al-‘alam sulla questione dell'origine del mondo, che è un problema complicato e discutibile per molti filosofi. Ha dimostrato la sua teoria solida attraverso la teoria del moto trans-sostanziale.
Bisogna ricordare poi Iksir al-‘arifin, libro gnostico ed educativo; e anche al-Hashr, che comprende una teoria della resurrezione di animali e oggetti nell'Aldilà.
Molto importante Al-Masha‘ir, sull'esistenza e gli argomenti correlati. Il professor Henry Corbin ha tradotto in francese e scritto un'introduzione ad esso.
C’è anche Iqad al-na‘imin, sulla gnosi teorica e reale, e sulla scienza del monoteismo. Questo libro presenta alcune linee guida e punti di istruzione per riattivare il sonno.
Incredibile l’opera al-Masa‘il al-qudsiyyah, un libretto che si occupa prevalentemente di questioni come l'esistenza nella mente e di epistemologia. Qui, Mulla Sadra ha combinato epistemologia e ontologia.
Conosciuto anche il suo al-Shawahid al-rububiyyah, un libro filosofico, scritto nello stile Illuminazionista che rappresenta le idee di Mulla Sadra durante i primi periodi delle sue riflessioni filosofiche.

***

Tra le altre opere di Mulla Sadra possiamo indicare al-Shawahid al-rububiyyah, un trattato non legato al libro di Mulla Sadra con lo stesso nome. Si tratta di un inventario delle sue particolari teorie e opinioni che era stato in grado di esprimere in termini filosofici.
Vi è poi Sharh-i Shafa, un commento su alcune delle questioni discusse sulla teologia (Ilahiyyat) del libro al-Shifa di Avicenna.
Vi è poi Sharh-i Hikmat al-ishraq, un utile e profondo commento sul Hikmat al-ishraq e sul Qutb al-Din dell’altro filosofo musulmano Sohravardi.
Importante anche il suo Ittihad al-‘aquil wa’l-ma’qul, un trattato monografico sulla dimostrazione di una complicata teoria filosofica, l'Unione di intelletto e l'intelligibile, che nessuno poteva provare e razionalizzare prima di Mulla Sadra.
Vi è anche Ajwibah al-masa’il, composto da almeno tre trattati in cui Mulla Sadra risponde alle questioni filosofiche poste dai suoi filosofi contemporanei.
Ci sono ancora Ittisaf al-mahiyyah bi’l wujud, un trattato monografico riguardo al problema dell'esistenza e del suo rapporto con la quiddità.
Nell’opera al-Tashakhkhus, spiega il problema dell'individuazione e chiarisce la sua relazione con la sua esistenza, che è uno dei principi fondamentali che egli ha propugnato.
Nel suo Sarayan nur wujud, Mulla Sadra spiega la qualità della discesa o la diffusione dell'esistenza dalla Sorgente Fedele all'esistente (quiddità).
Limmi’yya ikhtisas al-mintaqah, è invece un trattato di logica; questo lavoro si concentra sulla causa della forma specifica della sfera.
Vi è anche Khalq al-a’mal, un trattato sul determinismo dell'uomo e il libero arbitrio.
E poi al-Qada’ wa’l-qadar, sul problema del Decreto Divino e del destino.
Non sono nemmeno tutte le opere di Mulla Sadra ma le più importanti, che hanno suscitato l’interesse e lo studio dei filosofi occidentali.

Tag

Commenti