PARSTODAY-Iniziamo col nome del Signore, il Misericordioso. Benvenuti ad un’altra puntata della rubrica settimanale “Storia dei profeti” che cerca di raccontarvi la storia dei grandi messaggeri di Dio.

 Amici come ben ricorderte , nelle puntate precedenti vi abbiamo narrato che Dio mandò 3 angeli sulla terra che portarono al profeta Abramo e sua moglie Sarah la lieta notizia di un figlio sapiente che si sarebbe chiamato Isacco. Isacco fu il figlio che Abramo ebbe in tarda età da Sarah e fu tra i buoni profeti.  Isacco sposò  Rufgah (Rebecca)  e da lei ebbe due figli Giacobbe e Esaù. Il primo a nascere fu Esaù e, subito dopo, vide la luce Giacobbe. L'eredità e la benedizione di Isacco sarebbero dunque toccato per diritto ad Esaù, secondo la legge della primogenitura. Passano gli anni. I due fratelli crebbero. Giacobbe aveva un carattere gentile e molto puro e leale. Isacco amava tanto i suoi figli però  nominò Giacobbe, che fu anche preferito dal Signore per la sua massima onestà e correttezza, come il suo successore e lo benedisse.  Ciò infuriò molto Esaù e suscitò in lui una immensa invidia verso il fratello. Egli, molto geloso, coglieva ogni occasione per infastidire il fratello Giacobbe e minacciarlo! Esaù fu molto più forte e ricco di Giacobbe e aveva due mogli e tanti figli e quindi vantandosi della sua ricchiezza e della sua forza cercava di  deridere e umiliare suo fratello. Alla fine, un giorno, Giacobbe, molto rattristato  delle offese del fratello si recò dal padre per esprimere la propria scontentezza

Maggio 17, 2017 10:55 CET
Commenti