Fu il febbraio del 79 che nella storia del nostro Paese Iran accadde una svolta senza precedenti. Una rivoluzione che cambio radicalmente non solo il destino del Paese ma anche gli equilibri del potere nel mondo lasciando stupefatti gli analisti e politici internazionali.

La vittoria della rivoluzione islamica del 70 ha messo il punti finale al dominio degli Stati Uniti d’America nell’Iran riscrivendo la sorte del popolo iraniano che chiedeva ed e’ riuscito ad ottenere  la propria indipendnza, liberta’ e sovranita’.

Un tale cambiamento che gia’ sul nascere della rivoluzione islamica, Washington e i suoi alleati, spinti dalla minaccia che sentivano per la continuita’ del lro dominio sull’Iran, decidessero’ di ostacolare sulla nascita’, questa rivoluzione popolare, la quale non prometteva nulla di compromettente agli Stati Uniti in Iran e nel Medio Oriente.

Ma la storia di 39 anni della Rivoluzione islamica testimonia come il popolo iraniano, resistendo di fronte a ogni tipo di trama, ha impedito che l’Iran torni sull’orbita del potere mondiale. Le trame che sono cominciate con una guerra di otto anni imposta apparentemente dal dittatore iracheno Saddam Hossein, ma in realta progettata e portata avanti dagli Stati Uniti e dall’Occidente per poter intervenire in Iran riportando il Paese a obbedire i vecchi padroni.

***

Noam Chamskey, noto scrittore e analista delle questioni politiche internazionale americano, analizzando la volonta’ del popolo iraniano di resistere di fronte alle trame americane per ostacolare la sopravvivenza della rivoluzione islamica del 70, dice:

“Fino a quando Iran restera’ indipendente e non si pieghera’ di fronte al dominio americano, ci saranno anche le trame e le ostilita’ da parte degli Stati Uniti. La Repubblica Islamica dell’Iran, non sara’ mai accettatabile per Washington perche vuole difendere dalla propria sovranita’ e indipendenza”.

Una repubblica islamica iraniana con la sua forte presenza sullo scenario politico internazionale ha proposto al mondo intero e soprattutto alle nazione islamiche  la prima rivoluione politica nel mondo, basata sulla forte e omogenea volonta’ popolare e sull’ideologia islamica.

Questa rivoluzione oltre ad avere cambiato i valori sociali e morali della stessa popolazione iraniana che chiedeva un sistema politico basata sulla democrazia e sui principi islamici, e’ riuscita a far tremare le basi di un sistema del potere mondiale che vorrebbe tenere sotto il proprio controllo i popoli e governi senza essere ostacolato ne tanto meno smascherato.

***

La guida suprema della rivoluzione islamica, ayatollah Seyyed Ali Khamenie, parlando recentemente con i giovani studenti ha spiegato il perche’ di tanta ostilita’ da parte dell’Occident e degli Stati Uniti con il popolo iraniano:

“ Il sistema dell’egemonia mondiale, vuol dire un sistema bipolare di potere, dove da una parte si trova il dominante e dall’altra chi deve essere tenuto sotto il dominio”.

Ayatollah Khamenei durante il suo incontro  con il capo e i ministri del dodicesimo governo iraniano ha ribadito:” la nuova generazione e i giovani iraniani, non hanno visto o assistito ne gli anni prima della Rivoluzione islamica ne il grande sacrifiocio del poplo iraniano che ha portato alla vittoria quella rivoluzione, ma nonostante cio’ vediamo come i giovani, oggi stanno svolgendo un ruolo fondamentale nella salvaguardia dei valori rivoluzionari e nel progresso del nostro Paese. E tutto questo grazie alla grande saggezza del fondatore della Repubblica islamica imam Khomeini che e’ riuscito a creare un movimento oceanico nel nostro Paese, cambiando da una parte il sistema politico tiranno che in modo ereditario regnavano in Iran, e tagliando dall’altra parte le mani, ai poteri coloniali e egeminici che da secoli tenevano sotto il proprio contro, le enormi risorse umane, sociali ed ecomiche del nostro Paese”.

La vittoria della rivoluzione islamica per motissime ragioni ha allarmato i poteri forti nel mondo, anche perche’ e’ riuscito a dimostrare come un poplo con la sola volonta’ di liberta’, puo’ riuscire a sconfiggere i padroni del denaro e potere nel mondo cambiando persini gli equilibri di potere nel mondo.

A questo riguardo anche Manuchehr Mohammadi, noto analista delle questioni politiche mediorientali parlando ai docenti e studenti dell’universita’ azad ha detto:

“ la rivoluione islamica iraniana con la sua vittoria, ha dato l’inizio a una vera e propria guerra contro l’egemonia americana in Iran, e la repubblica islamica in quanto il simbolo di un sistema ideologico, com tale resterasempre sulla linea della lotta al dominio dei poteri forti nel mondo”.

Ed ecco perche’ dai primissimi anni della nascita della repubblca islamica in Iran, gli americani hanno impiegato tutte le loro forze per fermare la grande onda nata dalla rivoluzione del 79 non solo in Iran ma nel mondo intero. Tra questi sforzi rimasti sterili e sconfitti, troviamo una guerra di otto anni, 3 colipi di stato, 5 conflitti settari, motissimi attentati terroristici messi in atto da parte dei 4 gruppi terroristici creati direttamente dagli Usa. Ma grazie alla volonta e consapevolezza del poplo iraniano, la rivoluzione islamica continua non solo a sopravvivere ma ad avanzare tra i poploi opressi del mondo.

 

Jan 29, 2018 13:51 Europe/Rome
Commenti