Dic 13, 2019 06:30 Europe/Rome
  • La scacchista iraniana rifiuta l'incontro con il sionista

TEHERAN-Mobina Ali Nasab la giocatrice di scacchi iraniana ha rifiutato di affrontare il rivale sionista per "solidarietà con le sofferenze del popolo palestinese".

Secondo Al-Alam, Ali Nasab, maestra di scacchi iraniana, ha rifiutato un incontro con il rappresentante sionista al nono round del Campionato internazionale di scacchi in Spagna.

 

Tutto questo mentre nell'ottavo round di scacchi, Mobina, ottenendo il punteggio di 2324 ha vinto contro il suo avversario dall'India (2234 punteggi).

La Repubblica Islamica dell'Iran non riconosce il regime di occupazione israeliano come uno stato e quindi gli atleti iraniani per esprimere la propria solidarietà con il popolo oppresso della Palestina rifiutano di gareggiare con i rappresentati di questo regime.

                        

 

Commenti