Gen 21, 2020 08:58 Europe/Rome
  • Raid Iran su basi Usa: 16 soldati americani feriti operati in Kuwait, il Pentagono ha mentito ancora

TEHERAN (Pars Today Italian) – Il quotidiano Al Qabas, pubblicato in Kuwait, ha rivelato ieri che 16 soldati americani feriti nel corso del bombardamento della base Ein Al Assad di Baghdad sono stati trasferiti negli ospedali del Kuwait per essere operati.

È degno di nota che nei giorni scorsi, il sito Defence One aveva rivelato che 11 soldati erano stati ricoverati per "commozione cerebrale". Il Pentagono, che aveva inizialmente dichiarato che non ci erano stati feriti e/o vittime nel bombardamento iraniano, si è giustificato dicendo che bisognava aspettare alcuni giorni per gli accertamenti.

Il generale Urban, del Pentagono, aveva dichiarato che 8 soldati erano stati trasferiti in Germania e 3 in Kuwait.

Ora la rivelazione del quotidiano kuwaitiano sulla presenza di 16 soldati gravemente feriti, operati nel piccolo emirato del Golfo Persico, lascia pensare che il Pentagono stia mentendo nuovamente, nascondendo la verità sulle vittime causate dal raid missilistico dell'Iran.

Il bilancio vero non si sapra' mai ma se 16 soldati sono stati trasferiti in Kuwait e considerando che il Pentagono ha ammesso che 8 sono stati inviati in Germania, finora sarebbero almeno 24 i feriti gravi.

Secondo la stima dell'Iran, che dopo il raid ha monitorato con i suoi informatori la base americana di Ein Al Assad, in base alle ambulanza conteggiate, i sacchi per i corpi, usciti dalla base e gli elicotteri che hanno trasportato i feriti, ci dovrebbero essere stati almeno 80 morti e un centinaio di feriti.

 

Tag

Commenti