Feb 21, 2020 13:32 Europe/Rome
  • Iran: Ayatollah Khatamì,

TEHERAN (Pars Today Italian) – "Il popolo dell'Iran, partecipando alle elezioni, ha coniugato nei fatti lo storico slogan "morte all'America" della rivoluzione iraniana".

Cosi la guida provvisoria della preghiera collettiva del venerdi di Teheran, l'Ayatollah Seyyed Ahmad Khatamì che oggi ha dedicato gran parte di uno dei suoi sermoni all'importanza della partecipazione degli iraniani al voto di oggi, per l'elezione del prossimo Parlamento.

"I nemici e i media dipendenti da loro, ha ricordato, hanno implorato gli iraniani di non partecipare alle elezioni ma il popolo iraniano ha risposto con tutta la sua forza".

"La partecipazione allo scrutinio elettorale, ha proseguito, è gloria per l'Iran e umiliazione per i nemici".

La guida provvisoria della preghiera collettiva del venerdi di Teheran ha ricordato: "Il nemico credeva che con l'attentato contro Qassem Soleimani, il comandante martire della forza Quds dei Pasdaran della rivoluzione islamica, il fronte della resistenza si sarebbe indebolito, ma la sconfitta degli Usa in Iraq e Libano, il ritiro dei terroristi da Aleppo e la riapertura dell'aereoporto della città dopo 9 anni, sono state tutte buone notizie per la Resistenza".

Commentando il cosiddetto "accord di Secolo" di Trump sulla Palestina, l'Ayatollah Khatamì ha dichiarato: "L'America ed i Sionisti hanno messo a segno solo un'altra grande sconfitta, con questo piano".

Tag

Commenti