Giu 03, 2020 07:22 Europe/Rome
  • Iran e Cina contro il razzismo negli Usa e la brutale repressione poliziesca

PECHINO-La Cina ha denunciato la “malattia cronica” del razzismo negli Stati Uniti lunedì dopo la morte di George Floyd, che ha suscitato proteste in tutto il paese.

Zhao Lijian, portavoce del ministero degli Esteri cinese, ha affermato che “i disordini in diverse città americane sono un segno della gravità del problema del razzismo e della violenza della polizia negli Stati Uniti”.

Anche l’Iran ha invitato gli Stati Uniti a “fermare la violenza” contro il proprio popolo dopo la morte di George Floyd.

Abbas Moussavi, portavoce del ministero degli Esteri iraniano, ha dichiarato in una conferenza stampa a Teheran: ” Solidarietà con il popolo americano, il mondo ha ascoltato il tuo grido sullo stato di oppressione. Il mondo è al tuo fianco ”; “E ha lanciato un appello ai funzionari americani e alla polizia: fermate la violenza contro il vostro popolo e lasciateli respirare.”

 

Tratto da iqna.ir/it

 

 

 

 

 

Tag

Commenti