Set 23, 2020 22:08 Europe/Rome
  • Intercettazione della flotta di portaerei americana nello Stretto di Hormuz con droni iraniani

"Prima di entrare nello Stretto di Hormuz, abbiamo intercettato la flotta di portaerei Usa con i nostri droni costruiti interamente in Iran".

Lo ha affermato dggi il comandante della Marina del Corpo della Guardia Rivoluzionaria Islamica il generale Alireza Tangsiri. Insieme alle navi di scorta, tra cui due cacciatorpediniere 114 e 104, navi da combattimento 58 e 59, due motovedette 9 e 12 e un sottomarino 1333 dell'esercito statunitense sono stati identificati prima di entrare nello Stretto di Hormuz nel Golfo Persico. Tangsiri ha aggiunto: "Tutte le missioni navali dell'IRGC saranno coperte da UAV iraniani, e oggi questa annessione, che includeva 188 UAV ed elicotteri della marina dell'IRGC, ci darà una capacità speciale di integrare missioni navali e aeree". Il comandante della marina dell'IRGC ha anche affermato: "Il monitoraggio di tutti i movimenti navali nel Golfo Persico, nello Stretto di Hormuz e nel Mare di Oman sarà possibile grazie ai nostri droni e tali operazioni aumenteranno notevolmente la portata delle nostre capacità in questo campo".

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

Tag

Commenti