Dic 10, 2020 10:48 Europe/Rome
  • La ferrovia Khaf-Herat, la via della Seta e una nuova era per gli scambi Iran-Afghanistan

di Davood Abbasi

 

Probabilmente gli ingegneri e gli operai iraniani e afgani che hanno lavorato alla costruzione della ferrovia Khaf-Herat, inaugurata oggi dai presidenti di Iran e Afghanistan, non immaginano quanto sia stato storico il loro lavoro e quale sarà il loro contributo all'economia delle due nazioni.

La ferrovia tra la città iraniana di Khaf e la città afgana di Herat, è la sesta linea ferroviaria che collega le ferrovie nazionali dell'Iran ai Paesi limitrofi, ma la sua importanza particolare è dovuta a molteplici ragioni.

Vicinanza culturale

Iran e Afghanistan facevano parte dell'unico Stato di Persia fino a meno di due secoli fa, ancora oggi adottano entrambi il calendario Jalali (realizzato dallo scienziato persiano Khayyam nell'11esimo secolo) ed entrambi parlano il persiano.

Inoltre, sono stimati tra i due e i tre milioni, gli immigrati afgani che vivono in Iran. Molte autorità afgane, come la prima donna ministro, alla quale è stato affidato qualche settimana fa il ministero dello Scienze, hanno studiato e vissuto in Iran.

La presenza di un collegamento ferroviario può accrescere gli scambi culturali e collegare ulteriormente le due popolazioni, che come ha osservato Rohani, hanno una radice ed una storia comune.

Affari ed economia

La ferrovia, però, ha una potenzialità di trasporto di 6 milioni di tonnellate di merce all'anno. Secondo gli esperti, il volume dell'interscambio Iran-Afghanistan, che quest'anno ha superato i 3 miliardi di dollari, dovrebbe raggiungere velocemente il volume di 20/25 miliardi di dollari, in meno di 10 anni.

L'altro punto è che tale collegamento può essere considerate una parte dell'antica via della Seta e accrescere la fetta dell'Afghanistan e dell'Iran nel transito delle merci tra l'Asia e l'Europa, o come si dice alternativamente, tra Oriente ed Occidente.

L'Afghanistan, nazione che non ha sbocco sul mare, potrà sfruttare l'accesso alle ferrovie iraniane per raggiungere le acque del Golfo Persico e del Mare dell'Oman, la zona del Caucaso, i confini con l'Iraq e la Turchia e quindi anche le porte dell'Europa.

Herat, inoltre, ha un milione di abitanti, quasi tutti di origini persiane, e una delle zone più promettenti nell'ambito dello sviluppo dell'Afghanistan.

Attualmente, le merci afgane vengono trasportate attraverso tir e camion soprattutto verso i porti di Chabahar e Bandar Abbas, per essere esportate o sono questi porti, insieme a quello di Shahid Rajaeì che ricevono dall'estero le merci che Kabul importa, in particolare dall'India.

Il primo carico

Il primo carico esportato attraverso la ferrovia la settimana scorsa in modalità sperimentale, è stato un carico di 500 tonnellate di cemento iraniano che ha raggiunto la località di Ghurian, una delle fermate nella regione di Herat.

Gli altri tratti ferroviari dell'Iran con i paesi vicini

Sono in tutto 6, 5 tranne quello inaugurato oggi tra Khaf e Herat.

Sarakhs, che college l'Iran al Turkmenistan.

Razi, che college l'Iran alla Turchia.

Jolfa, che collega l'Iran alla Repubblica di Nakhcivan.

Lutf Abad, un tratto solo per il trasporto merci tra Iran e Turkmenistan.

Ed infine Mirjaveh, tra Iran e Pakistan.

 

   

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Tag