Ago 04, 2021 10:24 Europe/Rome
  • La fine della presunta pirateria nel mar Oman. Iran: propaganda politica contro Teheran

TEHERAN-Il ministero degli Esteri iraniano ha respinto la false notizie diffuse sul coinvolgimento dell’Iran nei diversi incidenti avvenuti nel Golfo Persico e Mar Oman.

“Le notizie relative ai diversi incidenti verificatisi nel Golfo Persico destano sospetto.” Ha detto il portavoce del dicastero, Saeed Khatibzadeh aggiungendo che l’obiettivo è creare una “falsa atmosfera” per precisi scopi politici contro Teheran. Pertanto, il portavoce ha ammonito ogni tentativo di creare situazioni simili e ha riferito che l’Iran è pronto a prestare assistenza nella regione. Anche il Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica (IRGC) ha negato il coinvolgimento delle proprie forze, definendo quanto accaduto un “atto ostile” contro Teheran.

Un’agenzia di sicurezza marittima inglese aveva segnalato, nella sera del 3 agosto, un caso di dirottamento di una nave situata al largo delle coste degli Emirati Arabi Uniti (UAE), nel Golfo di Oman, accusando l’Iran di coinvolgimento.

Qualche giorno fa sei petroliere avrebbero perso il controllo. Una di esse, l’Asphalt Princess, sarebbe stata assalita dai pirati, che l’avrebbero dirottata: il gigante del mare, che batte bandiera panamense, si trova a 60 miglia nautiche da Fujairah, negli Emirati Arabi Uniti. Almeno otto uomini armati avrebbero preso in ostaggio l’equipaggio, secondo quanto riferito da fonti dell’intelligence inglese.

Proprio oggi la British Maritime Operations Unit ha annunciato la presunta fine di questa priateria sostenendo che gli uomini armati sono scesi dall’imbarcazione.

 

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Tag