Set 29, 2022 21:34 Europe/Rome
  • L'America ha imposto nuove sanzioni contro l'Iran

TEHERAN (Pars Today Italian) –– Il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha imposto nuove sanzioni nel mezzo dei negoziati del paese con le parti del JCPOA per revocare le sanzioni illegali contro l'Iran.

L'America è considerata il più grande paese soggetto a embargo al mondo, che, in linea con i suoi obiettivi e interessi, ha più storia nell'applicazione di tutti i tipi di sanzioni contro altri paesi. Secondo l'IRNA, il Tesoro americano ha annunciato in una dichiarazione di aver inserito 10 compagnie e una nave nell'elenco delle sanzioni con il pretesto di facilitare l'esportazione di petrolio iraniano. Anche, l'agenzia di stampa Reuters ha riferito che il ministero del Tesoro ha imposto sanzioni contro una serie di società che, secondo il ministero, sono state coinvolte nella vendita di centinaia di milioni di dollari di prodotti petrolchimici e petroliferi iraniani all'Asia meridionale e orientale. Secondo la dichiarazione del Dipartimento del Tesoro statunitense, questa azione ha preso di mira i principali broker e società iraniani negli Emirati Arabi Uniti, a Hong Kong e in India. Nel frattempo, il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha affermato che Washington ha sanzionato 2 società con sede in Cina per aver aggirato le sanzioni sulla vendita di petrolio e prodotti petrolchimici iraniani. Le nuove sanzioni statunitensi sono state imposte in una situazione in cui il governo del presidente Joe Biden afferma di voler fornire le basi necessarie per il ritorno del suo paese all'accordo nucleare JCPOA attraverso negoziati. Negli ultimi mesi, i funzionari del governo di Joe Biden hanno più volte ammesso apertamente il fallimento della politica di massima pressione e hanno affermato che intendono riportare l'America nel JCPOA; Ma finora si sono rifiutati di prendere le misure necessarie per tornare a questo accordo. Da Paese responsabile, la Repubblica Islamica dell'Iran ha più volte affermato che, considerando che gli Stati Uniti sono stati la parte che ha violato l'accordo, è Washington che dovrebbe tornare all'accordo rimuovendo le sanzioni, ed è necessario verificarne l'attuazione degli obblighi degli Stati Uniti. Naturalmente, Teheran ha sottolineato che non sta insistendo o affrettando che gli Stati Uniti tornino all'accordo.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

 

Tag