Apr 18, 2021 07:51 Europe/Rome
  • Francia: atlete musulmane criticano il divieto del velo nelle competizioni

Una legge approvato dal Senato la scorsa settimana mira a vietare l'uso del velo nelle competizioni sportive. Una decisione che rischia di escludere ulteriormente le ragazze musulmane dalla pratica sportiva in Francia.

Parigi - "E 'vietato indossare simboli religiosi vistosi per la partecipazione ad eventi sportivi ". Questa frase, aggiunta al disegno di legge che conferma il rispetto dei principi della Repubblica e la lotta al separatismo da parte della Francia, segnerà la fine della competizione sportiva per le giovani donne musulmane che indossano l'hijab?
 
In ogni caso, questo è ciò che teme Faduma Olow, editorialista del quotidiano britannico The Telegraph. Se il divieto di indossare il velo è giustificato come misura volta a promuovere i diritti delle donne, avrà l'effetto opposto, ribadisce, rimproverando che "grazie alla nuova legge francese, le ragazze di tutto il paese saranno ancora più escluse da tutte le pratiche sportive. "
 
"La Francia crede di liberare le donne musulmane da una vita di oppressione", ha continuato la signora Olow. 

“Ma questo complesso di inferiorità di cui si presume soffrano le donne musulmane è assurdo, offensivo e l'esatto opposto del loro potere. Indossare il velo non sarebbe un obbligo religioso, ma una scelta, sostiene, una scelta che i politici francesi prenderebbero al posto delle ragazze e delle donne interessate. "Costringere le donne a indossare certi vestiti è un abuso di potere", dice - così come lo è anche il tentativo di "regolare il corpo delle donne" proibendo loro di indossare certi vestiti.

 

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

 

Tag